Guido Sicuro

IL BLOG DI UOMINI E TRASPORTI

TAG: orariodilavoro

30 marzo 2016

Periodi di riposo

«Riposare», anche in Europa, vuol dire «disporre liberamente del proprio tempo». Se non si dispone del proprio tempo, anche se non si guida si è impegnati in qualche modo. In termini generali non fa una piega. Ma poi non tutti i riposi sono uguali e di conseguenza non tutti gli impegni. Da qui i quesiti sollevati dai nostri lettori.
- Qual è e quanto dura il periodo di riposo giornaliero?
- Cosa vuol dire «nell'arco delle 24 ore»?
- Che differenza c’è e che rapporto si stabilisce tra impegno e riposo giornaliero?

Pillole di Tachigrafo

2 marzo 2016

Periodo di guida settimanale: la regola

La normativa sui tempi di guida è rigida. Ma concede, per fortuna, qualche piccolo margine di flessibilità. Lo si capisce dalla risposta a questa domanda di un conducente "fresco" (lo dice lui) di patente.

Come mi posso regolare per calcolare il periodo di guida massima settimanale? M.P.

Pillole di Tachigrafo

16 febbraio 2016

Periodo di guida giornaliero: vado al massimo

La giornata lavorativa. In genere per tutti è di 8 ore. Per i conducenti di veicoli pesanti è di 9 ore. Ma in qualche caso può arrivare a 10. E qui ci fermiamo. Se non dopo aver risposto su questo argomento ad alcune vostre domande. Se ne avete altre non vi resta che chiedere

Quando inizia e quando termina il periodo di guida giornaliero? E, soprattutto, quanto può durare al "massimo"? S.R.

Quando posso usare le due giornate di 10 ore? È possibile sfruttarle in giorni consecutivi. D.P.

Pillole di Tachigrafo

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

SELEZIONA ANNO