IL BLOG DI UOMINI E TRASPORTI

Periodo di guida: le deroghe

12 febbraio 2016

Per fortuna anche chi fa le leggi non crede negli assoluti. E ammette che in casi particolari si possa "sforare" per raggiungere un luogo di sosta adeguato. Ma giustamente un nostro lettore si preoccupa di come comportarsi di fronte a una tale eventualità. Se avete altri dubbi sull'argomento non vi resta che chiedere.

In quali casi è possibile derogare dai periodi di guida? E come bisogna comportarsi per restare in regola? A.G.

Il conducente, per raggiungere un punto di sosta appropriato, può derogare alle prescrizioni relative ai tempi di guida – ma anche di riposo – nei limiti necessari alla protezione della sicurezza della persona, del veicolo e del carico. In ogni caso deve indicare a mano sul foglio di registrazione (disco) o sul tabulato emesso dal tachigrafo, il motivo della deroga, al più tardi nel momento in cui raggiunge il punto di sosta.

Riferimento legislativo: Reg. CE 561/06 art. 12.

Per maggiori informazioni scrivici

 

In collaborazione con  VDO   www.fleet.vdo.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA – Uomini e Trasporti