Contributi per le aziende che "sposano" la flessibilitÓ

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 3 maggio 2011 è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri contenente il regolamento che concede contributi alle aziende che sottoscrivano accordi contrattuali contenenti azioni positive per la flessibilità di orario, in ottemperanza all'articolo 9 della legge 8 marzo 2000, n. 53.

In particolare, il decreto quantifica in 500.000 euro il limite di finanziamento per attuare politiche di conciliazione famiglia-lavoro a favore di lavoratori e lavoratrici dipendenti.

Sono finanziabili i progetti con una durata di 24 mesi e che prevedono almeno una delle seguenti azioni positive:

- progetti che consentono ai lavoratori di fruire di forme di flessibilità dell’orario di lavoro e di organizzazione del lavoro quali, per esempio, il part-time reversibile, il telelavoro e il lavoro a domicilio, la banca ore, l’orario flessibile in entrata o in uscita e l’orario concentrato;

- programmi di formazione per il reinserimento dei lavoratori dopo il periodo di congedo;

- progetti che promuovano interventi e servizi innovativi in risposta alle esigenze di

conciliazione tra vita professionale e vita familiare delle lavoratrici e dei lavoratori.

I soggetti interessati dovranno far pervenire al Dipartimento per le politiche della famiglia, competente per la gestione del procedimento di cui all'articolo 9 della Legge n. 53/2000, i progetti, allegando l'apposita domanda di ammissione a finanziamento e il relativo piano finanziario, sulla base dei modelli predisposti e resi disponibili dall'ufficio stesso.

Le domande sono presentate entro il 10 febbraio, il 10 giugno e il 10 ottobre di ciascun anno, salva diversa indicazione contenuta nell'avviso di finanziamento annuale.


Per andare nella pagina del sito del Ministero del Lavoro da cui scaricare la normativa clicca qui

UeT BLOG

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

COSTI DI
ESERCIZIO

L’evoluzione dei costi chilometrici, distinti per settori e percorrenze: uno strumento essenziale per preventivi e rinnovi contrattuali.

BACHECA
DEGLI ANNUNCI

Veicoli e attrezzature da vendere/acquistare, un servizio da offrire, un lavoro da cercare: un luogo di scambio lungo la supply chain.

DOMANDE
E RISPOSTE

Soluzioni pratiche ai dubbi che nascono nelle quotidiane amministrazioni di un’impresa di autotrasporto: le FAQ per la gestione aziendale.