L'interruzione: come e quanto

20/02/2017

DIl Regolamento(CE)561/2006 all'art.7 recita:dopo un periodo di guida di 4 ore e mezza il conducente osserva un interruzione di almeno 45 minuti ......questa interruzione può essere sostituita da una interruzione di almeno 15 minuti seguita da una interruzione di almeno 30 minuti...........
Queste disposizioni valgono anche per chi fa frequenti fermate per caricare e scaricare merci (vedi nello specifico i corrieri) o questi ultimi godono di un particolare regime.
Grazie per la risposta

Papini Paolo
RLa regola è quella: dopo 4,30 ore di guida va fatta un'interruzione di 45 minuti. Si può frazionare questo periodo con due pause rispettivamente di 15 e di 30 minuti. Senza possibilità di inversione. Queste pause possono essere fatte in ogni momento, ma sempre all'interno delle 4,30 ore. Una qualunque interruzione effettuata anche prima delle 4,30 ore azzera il conteggio e determina un nuovo computo. Quindi, da quel momento il conducente può guidare per 4,30 ore. Ma se le interruzioni sono inferiori ai 15 e ai 30 minuti, non valgono come interruzioni. E quindi si rimane all'interno delle 4,30 ore.

UeT BLOG

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

COSTI DI
ESERCIZIO

L’evoluzione dei costi chilometrici, distinti per settori e percorrenze: uno strumento essenziale per preventivi e rinnovi contrattuali.

BACHECA
DEGLI ANNUNCI

Veicoli e attrezzature da vendere/acquistare, un servizio da offrire, un lavoro da cercare: un luogo di scambio lungo la supply chain.

DOMANDE
E RISPOSTE

Soluzioni pratiche ai dubbi che nascono nelle quotidiane amministrazioni di un’impresa di autotrasporto: le FAQ per la gestione aziendale.