APPLICAZIONE DIRETTIVA ADR ALLE COOP CHE GESTISCONO IL MAGAZZINO DI SPEDIZIONIERI

09/07/2013

DBuongiorno,
Sono RSPP di una Società Cooperativa che gestisce in appalto (con circa 20 dipendenti) parte dell’attività di magazzino e preparazione e caricamento spedizioni di una nota società di spedizioni (committente)
La disturbo per chiederLe un aiuto nel fornire una risposta ai seguenti quesiti riguardanti le normativa ADR e gli obblighi che competono alla società cooperativa :
•Quali sono gli obblighi che competono alla società cooperativa?
•In particolare con riferimento al D.Lgs 40/2000 la figura del “Consulente per il trasporto delle merci pericolose” in possesso del “certificato di formazione professionale comunitario di cui all’allegato !!! del DLgs 40 /2000, deve far parte dell’organizzazione della società di spedizioni (committente) o dell’organizzazione della Cooperativa? O ognuna delle due deve nominare un suo Consulente?
•Esistono disposizioni specifiche (a parte quelle che discendono dal DLgs 81/08) che definiscono più specificatamente la formazione che deve avere il personale della cooperativa in merito agli obblighi connessi con la normativa ADR?
•La formazione di cui al punto precedente deve essere necessariamente affidata a determinati Enti autorizzati o può essere eseguita direttamente dall’RSPP (rispettando le disposizioni indicate nel DLg 81/08 e connessi)?.
RIn merito al quesito da Lei posto, possiamo dirle che:
• Gli obblighi della cooperativa in materia di adr, oltre a rispettare le disposizioni, sono relative alla formazione del proprio personale in base al capitolo 8.2
• Per quanto riguarda il consulente, il D.Lgs 35/2010. che ha modificato ed integrato il D.lgs 40/2000, all’art 11 comm 2 recita: “il legale rappresentante dell’impresa la cui attività comporta trasporti di merci pericolose, oppure operazioni di imballaggio, di carico, di riempimento o di scarico, connesse a tali trasporti, nomina un consulente per la sicurezza”. Pertanto in presenza di tali condizioni ed entrando in merito del quesito si rappresenta che entrambe le società devono nominare il consulente ADR
• Gli argomenti da trattare nella formazione sono quelli espressi dal D.lgs 81/2008 connessi ai rischi a cui è sottoposto il lavoratore e gli aspetti generali della normativa adr come ad esempio: etichettatura, la classificazione, i rischi principali e secondari, l’uso degli imballaggi ecc ecc.
• Per quanto riguarda la normativa adr, la formazione può essere svolta da qualsiasi persona purchè competente in materia. Per il D.lgs 81/2008 è necessario attenersi ai requisiti espressi dal decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 06.03.2013.

UeT BLOG

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

COSTI DI
ESERCIZIO

L’evoluzione dei costi chilometrici, distinti per settori e percorrenze: uno strumento essenziale per preventivi e rinnovi contrattuali.

BACHECA
DEGLI ANNUNCI

Veicoli e attrezzature da vendere/acquistare, un servizio da offrire, un lavoro da cercare: un luogo di scambio lungo la supply chain.

DOMANDE
E RISPOSTE

Soluzioni pratiche ai dubbi che nascono nelle quotidiane amministrazioni di un’impresa di autotrasporto: le FAQ per la gestione aziendale.