Paletto tedesco sul cabotaggio: un autista straniero non può guidare in Germania per meno di 8,5 euro l'ora

08/01/2015

Dho letto con interesse la vs newletter ed in particolare con la presente desidero sapere se ci sono delle referenze per quanto descritto nell'articolo?
Chi è la società DD e cosa significa che ha dato un suo parere legale? È come se la pincopallino spa desse il suo parere legale o ha un qualche valore?
Grazie, Paolo S.
RLa DD Legal è un grandissimo studio insediato peraltro anche nel porto di Amburgo che svolge attività di consulenza anche per il governo.
Questo il link per il sito internet in tre lingue (inglese, tedesco, polacco): http://www.ddlegal.de/.

In ogni caso l’interpretazione della DD Legal ha vinto e il governo tedesco si è deciso ad approvare una norma di carattere doganale (non ancora comparsa sulla Gazzetta Ufficiale) in cui si chiarisce esplicitamente che la regola del salario minimo si applica anche ai trasporti internazionali con origine o destino in Germania, ai trasporti in transito e a quelli di cabotaggio.
In base a questa norma i vettori non residenti sono obbligati a comunicare – prima del trasporto in Germania –
alla Bundesfinanzdirektion occidentale di Colonia (fax: +49 (0) 221 964 870) i seguenti dati (per iscritto ed in lingua tedesca):
- dati dell'impresa;
- cognome, nome e data di nascita del lavoratore;
- inizio e durata stimata dell'operazione di trasporto sul territorio tedesco;
- indirizzo in cui sono reperibili i documenti (in Germania o all'estero e, in tal caso, è necessaria una dichiarazione che i documenti sono a disposizione della dogana tedesca);
- una lettera attestante la prova del pagamento del salario minimo (soltanto alla prima registrazione).
La notifica può contenere l'elenco delle operazioni per un periodo fino a 6 mesi ed eventuali modifiche delle operazioni di trasporto programmate non devono essere notificate alla dogana tedesca.
Sul sito delle dogane tedesche è stato pubblicato il documento di notifica da compilare da parte dell'impresa.
L'autista deve registrare l'attività svolta in Germania entro 7 giorni dalla fine del trasporto (inizio, durata e termine dell'attività) e tale documento deve essere conservato per almeno 2 anni.
La misura vale per i lavoratori dipendenti e quindi anche la notifica deve riguardare tali lavoratori.
In caso di dichiarazione incompleta o non veritiera della notifica, è stabilita la sanzione pecuniaria fino a 30.000 euro;
una sanzione fino a 500.000 euro è invece prevista nel caso di salario inferiore al minimo salariale tedesco.

Per ogni altra informazione si può consultare il sito delle dogane tedesche (in versione inglese): http://www.zoll.de/EN/Businesses/Work/Foreign-domiciled-employers-posting/Minimumconditions-

UeT BLOG

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

COSTI DI
ESERCIZIO

L’evoluzione dei costi chilometrici, distinti per settori e percorrenze: uno strumento essenziale per preventivi e rinnovi contrattuali.

BACHECA
DEGLI ANNUNCI

Veicoli e attrezzature da vendere/acquistare, un servizio da offrire, un lavoro da cercare: un luogo di scambio lungo la supply chain.

DOMANDE
E RISPOSTE

Soluzioni pratiche ai dubbi che nascono nelle quotidiane amministrazioni di un’impresa di autotrasporto: le FAQ per la gestione aziendale.