A proposito di Apnee notturne

18/02/2016

DUna domanda, ma se uno soffre di questi disturbi e si trova a fare il fantomatico esame di cui voi parlate a quel punto il soggetto viene messo a terra fino ad esito positivo. ? E se la risposta fosse quella di metterlo a terra , ed il soggetto lavora in una azienda che non ha altre mansioni oltre alla mansione di autista questa persona che avrà famiglia , oppure un mutuo , etc etc. Cosa dovrà aspettarsi dallo stato italiano? Maurizio
RPer inquadrare l'argomento, è bene precisare che Maurizio fa riferimento al tema trattato nel Blog, all'interno della sezione "L'importante è la Salute", dal titolo "Effetto notte", dell'11 febbraio scorso. http://www.uominietrasporti.it/blog_dettaglio.asp?id=45
Un decreto in corso di pubblicazione prevede che i livelli di gravità delle apnee possono essere due. Nei casi meno gravi le patenti A, B, B+E durano tre anni e soltanto un anno nel caso di patenti C, C+E, D, D+E. Nei casi più gravi, invece, anche per ottenere una patente con tale durata ridotta, bisognerà fornire un'attestazione specialistica in cui si accerta che il titolare della patente si è sottoposto con successo a una terapia.
Come si fa a stabilire se effettivamente un candidato o un titolare di patente sia affetto da apnee più o meno gravi?
Esiste una precisa procedura articolata su tre fasi.
Nella prima chi chiede di fare o di rinnovare la patente viene sottoposto a un colloquio in cui si accertano eventuali prime condizioni di rischio. Queste condizioni sono tante: obesità, ipertensione arteriosa, diabete, cardiopatia, eventi ischemici cerebrali e broncopneumopatia, russamento.
In una seconda fase, qualora il colloquio non fosse stato sufficiente, per verificare l’effettiva condizione del soggetto interessato lo si sottopone a un questionario sulla sonnolenza diurna che serve a misurare il grado e le probabilità di sonnolenza e di addormentamento del soggetto e quindi a inquadrarlo in tre profili di rischio: basso, medio o elevato.
Questo profilo poi viene completato con un test sui tempi di reazione al quale il soggetto deve rispondere premendo un pulsante a una sequenza rapida di stimoli luminosi rossi alternati a stimoli luminosi arancioni.
In ogni caso le apnee ostruttive non sono perenni: proprio perché ostruttive spesso è sufficiente un piccolo intervento ambulatoriale per risolvere il problema.
Il problema cioè è prima di sapere poi, eventualmente, di intervenire.

UeT BLOG

La strada è fatta di asfalto e di veicoli che ci viaggiano sopra. Ma è fatta anche di parole che esprimono problemi, interessi, punti di vista. Parole a cui dedichiamo questo spazio che ognuno di voi può riempire. Perché sia una buona strada!

COSTI DI
ESERCIZIO

L’evoluzione dei costi chilometrici, distinti per settori e percorrenze: uno strumento essenziale per preventivi e rinnovi contrattuali.

BACHECA
DEGLI ANNUNCI

Veicoli e attrezzature da vendere/acquistare, un servizio da offrire, un lavoro da cercare: un luogo di scambio lungo la supply chain.

DOMANDE
E RISPOSTE

Soluzioni pratiche ai dubbi che nascono nelle quotidiane amministrazioni di un’impresa di autotrasporto: le FAQ per la gestione aziendale.