FINANZA E MERCATO

Opa di Volkswagen su MAN

10 maggio 2011

Volkswagen è letteralmente scatenata. Dopo aver chiuso il primo trimestre con un balzo in avanti dell’utile del 260%, ha decisamente accelerato la corsa per le acquisizioni nel settore dei veicoli industriali. Il primo interessamento – manifestato nelle scorse settimane e anticipato dal mensile Manager Magazin – si indirizzerebbe verso Isuzu, alla ricerca di un avamposto robusto e strutturato nel mercato asiatico. Unico problema rispetto all’operazione sembra rappresentata dalla rivale Toyota, che detiene il 6% di Isuzu e potrebbe cercare di frenare l’operazione.

Senza freni invece è la seconda operazione: il lancio di un'offerta pubblica su MAN. Il gruppo di Wolfsburg ha infatti comunicato di aver portato la sua partecipazione nel produttore di camion con sede a Monaco al di sopra del 30%. E così a questo punto scatta l'obbligo di lanciare l’Opa. Volkswagen offre per ogni titolo ordinario di MAN 95 euro e per ogni titolo privilegiato circa 60. Quotazioni quindi inferiori a quelle di mercato.

Anche perché se il mercato dovesse respingere l’offerta, per Volkswagen diventerebbe possibile acquistare titoli sul mercato in totale libertà. Più che l’acquisizione completa della casa del Leone, infatti, l’interesse di Volkswagen sembra quello di stringere un’alleanza sinergica tra i marchi in suo controllo nel settore dei veicoli da trasporto - vale a dire Man e Scania per un 46% - creando così un polo in grado di sfidare e superare nei numeri i concorrenti diretti (Daimler e Volvo Trucks).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home