LEGGI E POLITICA

Ecobonus 2010-2011, la Ue avvia un procedimento di indagine

31 luglio 2012
Con una lettera il 27 Luglio scorso (in allegato), la Commissione europea ha comunicato al ministero dei Trasporti italiano di aver avviato un procedimento di istruttoria formale nei confronti del nostro Paese, relativamente alla proroga dell’incentivo per le autostrade del mare per il biennio 2010 – 2011. Molto preoccupate le organizzazioni di categoria sulla destinazione di quei fondi che, se avessero realmente uno stop, contribuirebbero ulteriormente a mettere in seria difficoltà tutte quelle imprese che hanno investito nel trasporto intermodale liberando le strade e contribuendo a salvaguardare l’ambiente.
L’avvio di questa procedura viene giustificato con il rischio che la proroga dell’Ecobonus sia un vantaggio alle imprese di autotrasporto e, indirettamente, anche agli operatori che forniscono i servizi di trasporto marittimo, in contrasto con la normativa settoriale sugli aiuti di stato.
Le autorità italiane hanno tempo fino al 27 agosto prossimo per rispondere alle osservazioni della Commissione europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home