FINANZA E MERCATO

La differenza tra rete ed extra-rete? Appena 0,046 euro per litro di gasolio

30 agosto 2012
7 agosto: sul mercato extrarete il gasolio si acquistava a 1,322 euro/litro.
22 agosto: sullo stesso mercato il prezzo è schizzato a 1,395 euro/litro. Se a questa cifra si aggiunge l’Iva si arriva a 1,688.
È quanto ha appurato la CNA-Fita rilevando i dati di acquisto di un migliaio di aziende e appurando in definitiva che rispetto al prezzo medio alla pompa, pari (stando ai dati diffusi dal ministero dello Sviluppo economico il 20 agosto) a 1,734 euro/litro, l’extra-rete al momento attuale concede in Italia un vantaggio assolutamente esiguo, di appena 0,046 euro/litro.
Dai dati CNA-Fita emerge pure che la formula dell’extra-rete è utilizzata in una percentuale che non supera il 15% dei rifornimenti complessivi e comunque questa opportunità rimane praticabile su aziende più o meno strutturate, in grado di sostenere gli oneri finanziari per le fideiussioni a garanzia dei pagamenti che mediamente non superano i 60 giorni. Il resto degli operatori, quindi, si rifornisce alla pompa cercando distributori fuori dal circuito autostradale e quando possibile su punti vendita no-logo.
Per quanto riguarda invece i rifornimenti alla pompa, attraverso le carte carburante, la rilevazione ha fatto emergere uno sconto che oscilla da un minimo di 0,017 a 0,041 euro/litro.
Volendo infine confrontare il prezzo del gasolio pagato alla pompa (anche se esiste anche fuori dall'Italia la possibilità di rivolgersi al mercato extra-rete) dagli operatori esteri, dove si applica la Direttiva europea sui rimborsi delle accise, con i nostri operatori che si riforniscono invece con il massimo sconto in extra-rete e quindi con trasporto a carico del cliente si ha quanto segue:
Francia             1,600             Italia     1,688
Spagna              1,498            Italia     1,688
Belgio                1,558             Italia     1,688
Slovenia            1,389             Italia     1,688

Volendo poi estendere il raffronto a due paesi che influiscono molto sul cabotaggio in Italia come Polonia e Romania il dato è il seguente:
Polonia             1,369             Italia     1,688
Romania           1,377             Italia     1,688

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home