UFFICIO TRAFFICO

Anche Ancona nei tre porti di collegamento al corridoio Helsinki-LaValletta

3 settembre 2012
Promozione importante per il porto di Ancona. La Commissione europea, infatti, ha accettato di includere nel corridoio Helsinki-La Valletta tre diramazioni da realizzare entro il 2030 verso tre porti tra i quali, oltre a Livorno e a La Spezia, compare anche Ancona insieme al collegamento ferroviario con Bologna. Ma se per gli altri la considerazione comunitaria c’era già stata, per Ancona si tratta del suo riconoscimento ufficiale come nodo fondamentale di traffico, rispetto al quale deve aver pesato soprattutto il ruolo svolto rispetto ai trasferimenti intermodali per la Grecia e la Croazia e, in misura minore, per Montenegro e Albania .
Dall’inserimento nel corridoio deriva, come spiegano direttamente dal porto marchigiano, “l’accesso diretto ai fondi comunitari per supportare la realizzazione delle opere infrastrutturali marittime e terrestri necessarie allo sviluppo del porto di Ancona, valorizzandone in particolare la funzione di terminal delle Autostrade del Mare che collegano il nostro porto alle sponde orientali dell’Adriatico e del Mediterraneo”. Tutte opportunità che accelerano “la messa a sistema degli investimenti infrastrutturali per migliorare l’accessibilità ferroviaria del porto (Nuovo raccordo ferroviario e trasformazione dello Scalo Marotti) rendendo più competitiva la posizione dello scalo rispetto allo sviluppo del trasporto intermodale, specialmente per quanto riguarda il traffico contenitori, in costante crescita (+13,4% nel 2012)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home