ACQUISTI

Peugeot Partner elettrico: a primavera nelle concessionarie

25 settembre 2012
Aumenta l'offerta di veicoli elettrici. Peugeot si mette in coda, preparando il lancio del Partner in versione emissioni zero, previsto per la prossima primavera
La trazione elettrica funziona? La risposta è nella maggior parte dei casi positiva. Manca però la diffusione sufficiente a generare i ritorni attesi da chi ha investito in questo tipo di alimentazione. Così dopo Renault (con il suo Kangoo ZE) è ora la volta di Peugeot e del Partner a trazione elettrica.  Al salone IAA di Hannover lo stand Peugeot ha mostrato il Prologue, un “concept van” da esposizione che di fatto prepara la strada all’imminente lancio commerciale del Partner a trazione elettrica, previsto per la primavera del 2013. A produrlo sarà lo stabilimento PSA Peugeot-Citroën di Vigo, con il sostegno della regione Galizia.
Pianale e carrozzeria sono quelli noti delle versioni a motore termico (verranno commercializzate le due versioni lunghe 4,38 metri e 4,63 m), mentre la trazione è basata su un propulsore elettrico alimentato da due gruppi di batterie agli ioni di litio. Da notare che la collocazione delle batterie (sostanzialmente nel pianale, nella parte posteriore) permette al Partner elettrico di avere la stessa capacità di carico dei Partner con motore tradizionale, ossia 3,3 mc con portata di 685 kg. Il motore elettrico ha una potenza di 67 Cv, con coppia di 200 Nm praticamente sempre disponibile. La trasmissione è realizzata mediante un riduttore monorapporto a presa permanente, vale a dire che il Partner elettrico si guida senza cambio.
Quanto al problema della ricarica – per ora il “tallone di Achille” dei veicoli elettrici – il Partner può procedervi in due modalità: quella normale richiede un tempo variabile dalle 6 alle 9 ore, e la ricarica rapida capace di portare le batterie all’80% delle loro capacità in soli 30 minuti. Ognuna delle due possibilità prevede un suo specifico attacco, uno sul fianco anteriore e l’altro nell’alloggiamento che nelle versioni a motore termico ospita il bocchettone del serbatoio del carburante. L’autonomia dichiarata è di 170 km
Il prezzo del Prtner elettrico non è ancora ufficiale ma è certo che saranno molti i servizi offerti per “accompagnare” il cliente all’acquisto. A partire da quello che prevede la possibilità di gestire la batteria a proprio piacimento, vale a dire di acquistarla normalmente, ma anche di noleggiarla.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home