UFFICIO TRAFFICO

La Toscana contro il caro-carburante: taglio di 6 cent all'accisa e un'app cerca distributore low cost

3 ottobre 2012
I carburanti vivono una tendenza ascendente, tanto da far registrare un aumento dei prezzi. Dalla Toscana, però, arriva una buona notizia. Il taglio del costo del carburante di 6 centesimi. Un piccolo miracolo? Non proprio. Si tratta più che altro dell’effetto del taglio di 5 centesimi dell’accisa, più la conseguente riduzione di 1 centesimo di Iva. Una misura già prevista, ma che la Regione ha voluto anticipare di circa tre mesi. L’accisa in questione, infatti, venne istituita per finanziare gli interventi di ricostruzione successivi all’alluvione in Lunigiana, che adesso viene rimossa.
Dalla rete di distribuzione giungono segnali non ancora univoci, nel senso che molte compagnie hanno ratificato la misura e altre no. Proprio per questo il presidente della Regione, Enrico Rossi, ha invitato «tutti i cittadini a monitorare il prezzo del carburante e a verificare» la riduzione.
Sempre sul fronte della lotta al caro-carburanti, ricordiamo che la Regione Toscana lo scorso 19 settembre aveva firmato un accordo con le associazioni di categoria dei gestori degli impianti, che si sono impegnate a favorire l’aggregazione delle imprese e il riscatto dell’impianto da parte dei gestori per svincolare gli impianti dal prezzo imposto dalle compagnie petrolifere.
Dall’intesa è anche nata una App, scaricabile gratuitamente, per aiutare chi va per strada a individuare velocemente il distributore che applica il prezzo più basso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home