LOGISTICA

Interporti Riuniti in Senato: è urgente dare rilancio al sistema logistico nazionale

11 ottobre 2012

Audizione alla 8° Commissione Lavori pubblici in Senato per l’Unione Interporti Riuniti che, nei giorni scorsi, ha riferito in merito alla nuova legge quadro in materia di Interporti e piattaforme logistiche territoriali.
La delegazione UIR, capeggiata dal presidente Alessandro Ricci e composta dal vice presidente icario Antonio Salvatore De Biasio e dai consiglieri Johann Marzani (Cepim, Interporto di Parma), Roberto Pesaresi (Interporto Marche), Giuseppe De Tomas (Interbrennero), ha apprezzato e condiviso il testo approvato dalla Camera dei Deputati sottolineando la necessità di dare nuovo slancio alla operatività degli Interporti nazionali in considerazione soprattutto di alcuni punti, quali:

• definire e concepire gli Interporti in un’ottica di rete e di sistema che contempli congiuntamente le infrastrutture portuali, questo anche nella logica del recente disegno europeo di politica dei trasporti e di corridoi;
• riordinare le competenze fra i diversi livelli istituzionali in materia di pianificazione urbanistica per evitare l’inutile proliferare di infrastrutture similari agli Interporti che non consentono la concentrazione dei flussi di merce per favorire lo scambio modale;
• concepire un Piano Nazionale per lo sviluppo dell’intermodalità;
• specificare e ribadire la natura giuridica privatistica della gestione di un Interporto.

Secondo il presidente Ricci «occorre sostenere iniziative in grado di contribuire nel breve termine al rilancio del sistema logistico nazionale. Il paese ha bisogno subito di azioni veloci con effetti nel breve e medio periodo, se si vuole invertire la tendenza al calo del trasporto ferroviario delle merci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home