UFFICIO TRAFFICO

Gallerie italiane. Più sicure che in passato

11 ottobre 2012
Buone notizie sul fronte dei tunnel italiani dove, grazie agli interventi di ammodernamento, oggi si può contare su una maggiore sicurezza nell’attraversamento. Migliora notevolmente la sicurezza delle gallerie in Europa in generale, ma soprattutto in Italia. A comunicarlo è l’Automobile Club d’Italia che rende noti i dati emersi dagli ultimi test EuroTAP – il programma europeo di test dei tunnel stradali condotto da ACI insieme ad altri 17 Automobile Club internazionali - che hanno analizzato 10 gallerie di 5 Paesi: 3 in Italia e Svizzera, 2 in Germania e 1 in Austria e Olanda. La migliore è risultata la “Tauern” sulla A10 austriaca, mentre le peggiori sono le elvetiche “Gubrist” e “Isla Bella”, rispettivamente sulla A1 e N13 in Svizzera.
Le tre gallerie italiane testate sono state, “Dervio” sulla SS36 del Lago di Como e i tunnel sulla E45 “Colle Capretto” presso San Gemini e “San Pellegrino” vicino Narni, entrambi in provincia di Terni. Tutte le gallerie – gestite da ANAS – hanno ricevuto la valutazione di buono. Da sottolineare la “promozione” delle gallerie umbre che in passato erano state bocciate.
Nel dettaglio, la galleria “Dervio” ha ricevuto giudizi positivi sulle caratteristiche generali del tunnel, l’illuminazione, la comunicazione ai conducenti, la ventilazione e la gestione delle emergenze. Il voto complessivo è stato però inficiato dalla scarsa valutazione nella protezione anti-incendio: le porte delle uscite di emergenza non sono certificate per la resistenza al fuoco e la loro sostituzione è prevista nel 2014.
Il tunnel “Colle Capretto” ha registrato risultati eccellenti per l’illuminazione, la ventilazione e la gestione emergenze. Giudizi appena sufficienti per la gestione e il controllo del traffico, le vie di fuga e la protezione anti-incendio.
Nella galleria “San Pellegrino” sono state molto ben valutate l’illuminazione e la gestione emergenze, mentre i tecnici di EuroTAP hanno rilevato criticità nei sistemi di gestione e controllo del traffico oltre che in quello di protezione anti-incendio.
Buone notizie, quindi, ma con riserva perché si può sempre migliorare...

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home