FINANZA E MERCATO

Fiat Industrial rivoluziona l'organizzazione interna

14 novembre 2012
Prosegue anche in termini organizzativi il processo di integrazione tra Fiat Industrial S.p.A e CNH Global N.V. con la costituzione di un Group Executive Council (GEC), di quattro posizioni di Chief Operating Officer Regionali e di un Chief Financial Officer che riporteranno al Group Chief Operating Officer.
Richard Tobin è l'uomo-ponte, in quanto diventa Group Chief Operating Officer di Fiat Industrial ma conserva anche il ruolo di CEO e President di CNH.Il GEC, organismo più importante dopo il CDA, in quanto supervisiona l'andamento dei business, definisce gli obiettivi, le strategie e gli investimenti del Gruppo, la condivisione delle best practice e lo sviluppo delle risorse manageriali.
Il GEC si articola in quattro strutture. La prima è composta da quattro Gruppi Operativi Regionali responsabili della produzione e vendita di macchine per l’agricoltura, macchine per le costruzioni e veicoli commerciali (e quindi Iveco), a cui si aggiungono le attività legate a motori e trasmissioni di FPT Industrial. Ogni attività è guidata da un Chief Operating Officer (COO), che opererà tramite un team manageriale regionale – la cui composizione è ancora da definire – e avrà responsabilità del risultato economico, della gestione delle risorse e delle attività produttive e commerciali della propria area.
I COO componenti del GEC sono Richard Tobin per il mercato NAFTA; Andreas Klauser per Europa, Africa e Medio Oriente; Marco Mazzù per America Latina; Franco Fusignani per APAC; Giovanni Bartoli per Powertrain.
La seconda struttura, invece, fa riferimento ai singoli brand del Gruppo, così che ogni marchio viene rappresentato nel GEC tramite un responsabile che sviluppare un appropriato portafoglio e assistere i COO nell'implementazione di strategie commerciali e di marketing adeguate per ciascuna delle regioni operative. I responsabili dei brand presenti nel GEC sono Andreas Klauser per Case IH; Franco Fusignani per New Holland Agriculture; Mario Gasparri per Case Construction e per New Holland Construction; Dino Maggioni per Parts and Service. Rimane per ora vacante la responsabilità per Iveco e quindi ad interim se ne farà carico Andreas Klauser.
La terza struttura è composta da manager che, operando in modo trasversale rispetto alle quattro regioni, guideranno i processi industriali. Questi i loro nomi: Dario Ivaldi, Chief Technical Officer; Derek Neilson, Chief Manufacturing Officer; Brad Crews, Chief Quality Officer; Osias Galantine, Chief Purchasing Officer.
La quarta struttura è composta dalle funzioni Corporate di supporto. E qui Alessandro Nasi si occuperà di Business Development e sarà anche sarà l'Executive Coordinator del GEC. Pablo Di Sì, sarà Chief Financial Officer, Linda Knoll sarà Chief Human Resources Officer
«Con l'operazione di oggi si definisce il processo di integrazione tra Fiat Industrial e CNH» ha detto Sergio Marchionne, Presidente di Fiat Industrial e CNH. "Le nuove nomine sono avvenute dopo un'approfondita valutazione delle competenze tecniche e di leadership di Richard Tobin e delle altre persone che sono state nominate nel GEC. A questi leader, che riflettono l'internazionalità dei nostri business, riconosciamo la capacità di fare di Fiat Industrial un Gruppo multinazionale in grado di competere nel mondo ai massimi livelli nel settore dei Capital Goods». Nell’elenco manca Alfredo Altavilla, per il semplice motivo che viene spostato nell’auto, diventando Chief Operating Officer della regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) –  al posto di Gianni Coda – anche se continuerà a coordinare le attività di Business Development nel Gruppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home