UFFICIO TRAFFICO

Adaptive cruise control: nato per la sicurezza, scoperto per il risparmio

23 novembre 2012
I tempi cambiano. Sistemi elettronici pensati qualche anno per incrementare la sicurezza oggi si scoprono virtuosi dal punto di vista del consumo.
Volete un esempio? Consideriamo l’Adaptive Cruise Control (ACC), vale a dire il sistema che, tramite un apposito radar, consente al veicolo che si guida di conservare sempre la stessa distanza da quello che precede, con la conseguenza che se quest’ultimo rallenta fa diminuisce la velocità al primo. Ebbene, MAN lo ha testato, insieme al Lane Guard System (LGS ovvero il sistema di mantenimento della corsia) su 57 veicoli, all’interno di un progetto di ricerca quadriennale chiamato euro FOT, che ha portato a coprire oltre 7,5 milioni di chilometri, lungo i quali veniva registrato ogni dato raccolto sia senza sia con i sistemi di sicurezza.
Alla fine, non soltanto le situazioni critiche, come le manovre di scarto improvviso di ostacoli, si sono ridotte di oltre il 35% come pure le forti frenate, ma anche il consumo di carburante dei veicoli testati è diminuito di circa il 2% a fronte di un contemporaneo aumento della velocità media dell’1%.
D’altro canto anche l’LGS ha comportato miglioramenti, inducendo i conducenti a segnalare più spesso il cambio di corsia con l’azionamento degli indicatori di direzione.
La cosa positiva cioè è che i componenti ottengono primariamente l’effetto per cui sono nati, che e anche i conducenti ne percepiscono i benefici, asserendo che nel 94% dei casi che si sentono più sicuri (in particolare su percorsi con divieti di sorpasso, durante i viaggi notturni e in condizioni di maltempo) e nel 77% che godono di maggiore comfort.
Però, all’incremento di sicurezza e comodità si aggiunge pure un risparmio, perché i litri necessari a coprire le tratte con i veicoli dotati di ACC sono stati del 2% inferiori rispetto a quelli bruciati con i veicoli privi di questo sistema. E il 2% nell’economia di un anno di un veicolo da trasporto possono voler dire tanti soldi…

euroFOT (First European large-scale Field Operational Test on Driver Assistance Systems) è un test operativo sul campo di sistemi attivi e intelligenti di assistenza alla guida condotto su larga scala in Europa. Per questo progetto, lanciato a maggio del 2008, più di 1000 veicoli tra vetture e camion sono stati equipaggiati con vari sistemi intelligenti in grado di aumentare la sicurezza stradale, l'efficienza del traffico e il confort del conducente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home