LOGISTICA

Bando di 20 milioni di euro per finanziare lo sviluppo logistico di quattro regioni del Sud

12 dicembre 2012
Buone notizie per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Per queste regioni, inserite dall'Unione Europea nell'Obiettivo Convergenza, ci sono 20 milioni di euro da spendere per incrementare la competitività delle aziende del settore logistico. È il finanziamento contenuto nella Linea di Intervento I.4.1, attivata dal PON Reti e Mobilità 2007-2013 (Programma Operativo Nazionale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione e i progetti internazionali) che ha l'obiettivo di migliorare i collegamenti ferroviari e stradali, di potenziare aeroporti, porti e interporti e di integrare nuovi sistemi di trasporto intelligenti nelle aree Convergenza.
L’altra buona notizia è che per la prima volta con il bando vengono finanziate direttamente le associazioni di imprese. Beneficiari del finanziamento sono infatti le imprese del settore logistico, organizzate nelle forme dell'Associazione temporanea d'impresa e di scopo, di Consorzi, di Filiere, di Distretti o di Reti d'impresa (anche costituiti per l'occasione). E malgrado non sia necessario che le aziende in questioni abbiano sede in una delle quattro regioni, i progetti finanziati devono essere realizzati e riferirsi a questi territori.
Ma c’è dell’altro, perché risulta originale anche la tipologia di attività finanziabili: non solo interventi infrastrutturali e acquisto di macchinari, tecnologie e programmi informatici, ma anche spese riguardanti i servizi di consulenza, di assistenza tecnica e di formazione del personale necessari per lo sviluppo dei progetti'.'Per ciascun progetto ammesso, la linea di intervento del PON prevede un contributo tra un minimo di 500 mila e un massimo di due milioni di euro, che costituirà circa il 35% del valore complessivo dell'investimento, mentre il rimanente 65% sarà rappresentato da capitali privati; ogni intervento finanziato avrà quindi un valore totale tra 1,4 e 5,6 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home