LOGISTICA

Ikea di Piacenza: trattativa conclusa

21 gennaio 2013
Al mattino presto, intorno alle 4,30, la questione Ikea e del suo magazzino piacentino che da circa due mesi creava agitazioni continue, ha trovato una soluzione in un incontro presso lo stesso comune della città emiliana. Ed è stato proprio il Comune a proporre il reintegro di quattro lavoratori presso il sito della multinazionale svedese all'interno del Polo logistico, mentre per altri quattro dipendenti si è stabilita l'erogazione di un incentivo economico che ne agevoli il ricollocamento in altri contesti occupazionali, a fronte della loro autonoma decisione di recesso dallo status di socio lavoratore delle cooperative interessate.
Restano fermi gli accordi presi in precedenza (il 7 gennaio) che prevedevano l'adesione formale degli otto dipendenti in questione allo stato di agitazione e sciopero che i Cobas si sono impegnati a far rientrare, ripristinando le condizioni di legalità all'interno e all'esterno dello stabilimento, con immediata rimozione dei blocchi e termine del presidio.
Per quanto riguarda il nono lavoratore coinvolto, per il quale è già stato formalizzato il provvedimento di esclusione per giusta causa, si rimanda a un successivo incontro tra i legali dei soggetti interessati.
La proposta di conciliazione così formulata sarà presto ratificata dalle parti, che a quel punto torneranno a incontrarsi per valutare il rispetto dell’intesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home