FINANZA E MERCATO

Iveco cresce nel retail e in Piemonte si affianca a Orecchia

16 giugno 2011

Cresce l’impegno Iveco nel retail. Dopo aver inaugurato la scorsa settimana una nuova filiale a Verona, in dote alle Officine Brennero Spa, concessionaria di proprietà della casa torinese, e dopo che lo scorso anno aveva acquisito il 50% del dealer che copre il mercato sardo, adesso la società del Gruppo Fiat Industrial incrementa ulteriormente i suoi investimenti diretti nella rete commerciale. È di queste ore la notizia di un accordo raggiunto con il Gruppo Orecchia – storico e potente (al suo attivo ha 7 sedi operative e 320 dipendenti) concessionario torinese – per creare una società paritetica, denominata Iveco Orecchia SpA, attiva già da settembre. In base a questo accordo, la nuova società sarà impegnata a realizzare un progetto per sviluppare la commercializzazione e l’assistenza dei veicoli industriali Iveco nella Provincia di Torino e nella Valle d’Aosta e degli autobus del marchio Iveco Irisbus in Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia. Il progetto comprende anche lo sviluppo della commercializzazione e dell’assistenza dei prodotti di New Holland Construction in Piemonte e Valle d’Aosta. L’attività riguarderà anche tutte le parti di ricambio e l’usato dei tre marchi Iveco, Iveco Irisbus e New Holland Construction.

Nel frattempo, Iveco ha alzato il livello dei suoi investimenti nella rete anche in Europa. Complessivamente attualmente detiene circa il 10% dei dealer: 89 in termini assoluti. La presenza più consistente è proprio in quei mercati in cui è inferiore la quota di mercato (che invece è molto alta in Italia e Spagna). Più precisamente in Germania controlla 5 concessionari su 25, che coprono circa il 70% del mercato, mentre in Francia, con 6 sedi di proprietà, arriva a circa il 28%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home