ACQUISTI

Salone Auto Ginevra: Volkswagen guarda al futuro con E-coMotion

13 marzo 2013
Proveniente dagli uffici di progettazione di Volkswagen Neufahrzeuge ecco il concept-van E-coMotion. La E del suo nome ci significa che si tratta di un veicolo elettrico
Il VW E-coMotion è uno studio di van a motore elettrico per la distribuzione urbana. Lungo 455 cm, largo 190 e alto 196, per quanto abbia una certa aria di famiglia, meccanicamente e strutturalmente non ha nulla in comune con i modelli attuali della gamma Volkswagen.
Il telaio/pianale e la carrozzeria (vetrata e lamierata) sono realizzati con elementi grezzi precostruiti. La struttura portante della carrozzeria è fatta da profilati estrusi e semplici strutture a nodo, la parte esterna è rivestita in materiale sintetico. Questo tipo di costruzione ha lo scopo di ridurre il peso e rendere l’assemblaggio semplice e poco costoso.
Da sottolineare le notevoli capacità di carico: 4,6 mc, cioè più dei 4,2 mc offerti dal Caddy Maxi (che pure è 33 cm più lungo). Per ottenere questo risultato i progettisti Volkswagen hanno collocato l’intero sistema di trazione (motore, batterie e modulo di gestione) nella parte bassa, lasciando libera tutta quella superiore. Altra soluzione tecnica vantaggiosa per le esigenze di questo tipo di veicolo, è la trazione posteriore: con essa infatti il diametro di sterzata è particolarmente ridotto: 9,8 metri, contro i 12,2 metri del Caddy Maxi.
Il sistema di trazione del Volkswagen E-coMotion si basa sul motore elettrico con potenza continua di 68 Cv e punta massima di 115 Cv; la coppia massima è di 270 Nm; la velocità raggiungibile è di 120 km/h. Per quanto riguarda le batterie l’E-coMotion offre la possibilità di scegliere tra tre stadi: con capacità di 20 kWh per un’autonomia di 100 km; di 30 kWh per 150 km o di 40 kWh per un’autonomia di 200 km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home