UFFICIO TRAFFICO

Auto contromano sulla A1 si schianta contro camion: accade circa 300 volte ogni anno

4 aprile 2013

A1 tra Parma e Fidenza. È una tranquilla domenica di fine inverno e un camion – complice pure il traffico festivo decisamente scarso – procede con calma. Ma all’improvviso la radio lancia un allarme: c’è una vettura, notata dalla polizia stradale, che viaggia contromano esattamente in quel tratto di autostrada. Tempo qualche secondo e l’autista del camion se la trova davanti. Tenta una manovra impossibile per evitarla, ma è tutto inutile. 
Per fortuna il conducente della vettura – un ventiseienne di Fidenza, con tasso alcolemico elevato – se l’è cavata con un femore rotto, anche grazie alla tempestività dei soccorsi, messi in allarme dalla segnalazione della polizia. In capo al trasportatore, invece, tanta paura, qualche migliaio di danni e ovviamente qualche settimana di inattività per fermo macchina.

Non è il primo incidente dell’anno che si verifica con tale dinamica, né sicuramente sarà l’ultimo. L’Osservatorio il Centauro - ASAPS ha contato, soltanto nel 2012, 298 episodi di vetture contromano, causa di 24 morti e 186 feriti, in leggerissima flessione rispetto al 2011 quando furono 304, con una striscia però di ben 47 morti.
E le cose sarebbero andate anche peggio se nel 42% dei casi (125 per la precisione) non ci fosse stato l’intervento della polizia a risolvere la cosa.

Ma perché un’auto imbocca contromano una strada? Le motivazione fondamentalmente si riducono a quattro, che pesano in maniera quasi uguale. In un caso su quattro, tutto dipende dal fatto che alla guida c’è una persona ubriaca o alterata da sostanze psicotrope. Un altro quarto trova origine nella cittadinanza straniera dei conducenti, che quindi comprendono male
la segnaletica. Un po’ meno di un quarto (il 16,4%) interessa gli over 65, mentre l’ultimo quarto è da riferire a soggetti autori di reati che viaggiano contromano per cercare una via di fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home