FINANZA E MERCATO

Accesso al credito delle PMI: le domande per le agevolazioni sono da presentare entro il 30 giugno

15 aprile 2013
L’accordo che contiene le misure per il credito delle PMI, siglato tra governo, Confindustria, ABI e associazioni di rappresentanza delle imprese rimane in vigore fino a 30 giugno, con uno slittamento di tre mesi della scadenza inizialmente prevista. Proprio per questo le imprese interessate possono ancora chiedere di accedere alle agevolazioni contemplate dall’Accordo. Tra le principali compaiono: 
- la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate dei mutui e delle operazioni di leasing immobiliare e di 6 mesi per quelle di leasing mobiliare; 
- allungamento della durata dei finanziamenti a medio-lungo termine fino a un massimo di 2 anni per i mutui chirografari e di 3 anni per quelli ipotecari; 
- allungamento delle scadenze delle anticipazioni su crediti verso clienti fino a un massimo di 270 giorni.

In ogni caso esistono due condizioni per poter accedere a tali agevolazioni: 
- non avere già goduto di agevolazioni analoghe in virtù del precedente accordo scaduto nel gennaio 2011; 
- non essere gravati di posizioni debitorie qualificate dalla banca come «sofferenze».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home