FINANZA E MERCATO

Interporto Padova: approvati bilancio 2012 e definita fusione con Padova Container Service

4 maggio 2013
Approvazioni all'unanimità sia del bilancio 2012 di Interporto Padova spa sia della fusione per incorporazione della controllata Padova Container Service srl.
Il bilancio (relativo alle attività immobiliari, di gestione logistica e MTO, oltre alla gestione del terminal container operata da Padova Container Service) si chiude con un utile di esercizio ante imposte di 1,41 milioni di euro e un risultato netto di 318 mila euro, a fronte di ricavi pari a 30,9 milioni.
La fusione per incorporazione di Padova Container Service in Interporto Padova Spa (acquisita a inizio anno acquistando il 34,5% in capo a Cemat con l’obiettivo di arrivare alla fusione per incorporazione entro i primi 6 mesi del 2013) è un’operazione che permette notevoli e immediati risparmio sui costi di gestione. Il nuovo assetto infatti porta alla riduzione degli organi di amministrazione, al contenimento delle spese amministrative e di gestione societaria.
“Il 2012 è stato un anno fortemente segnato dalle perduranti difficoltà dell'economia - spiega il Presidente di Interporto Spa Sergio Giordani - che hanno avuto come conseguenza anche interventi legislativi il cui effetto ha pesato sulla nostra gestione. Nonostante questo abbiamo continuato con immutato impegno i processi di riorganizzazione della struttura e della gestione aziendale. Nel settore Immobiliare Logistico abbiamo confermato l'ottimo livello di occupazione dei nostri spazi, stabilmente su quote del 95%, mentre nelle attività intermodali, il nostro Terminal ha visto un aumento del traffico del 26% rispetto al 2011, e questi primi quattro mesi del 2013 segnano, un ulteriore incremento del 6% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home