UFFICIO TRAFFICO

Portacontainer abbatte Torre di controllo a Genova: 3 morti e porto in stop fino alle 13

8 maggio 2013
La notte tra il 7 e l'8 maggio, poco dopo le 23, una portacontainer della Linea Messina, la Jolly Nero, ha cozzato durante una manovra contro la Torre di controllo del Porto di Genova, una struttura all'interno del Molo Giano alta circa 50 metri. Al momento dell'impatto all'interno dell'edificio c'erano decine di persone. Il bilancio provvisorio è di tre vittime di cui una identificata, la guardia costiera Daniele Frantantonio (30 anni), quattro feriti di cui due più gravi e sei dispersi, di cui tre imprigionati nell'ascensore in seguito caduto in acqua o coperto dalle altre macerie. Altre quattro persone che erano nella Torre si sarebbero salvate gettandosi in acqua prima che l'edificio, in vetro e cemento, collassasse letteralmente su se stesso. 
L'incidente rimane assolutamente inspiegabile, visto che il mare era calmo e il vento praticamente assente e quindi non c'erano le condizioni per sbagliare manovra, facendo urtare la poppa contro la Torre. Sembra probabile un'avaria ai motori che di fatto avrebbe resa la nave ingovernabile. Sta di fatto che la Jolly Nero è stata posta sotto sequestro e si sta procedendo all'interrogatorio del comandante.
L'armatore Stefano Messina, sconvolto, è praticamente senza parole. Il sindaco Marco Doria ha proclamato il lutto cittadino.
E proprio in segno di lutto stamattina gli operatori del porto di Genova fermeranno le attività fino alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home