LEGGI E POLITICA

IMU sui magazzini: Conftrasporto chiede al governo di sospendere l’acconto di giugno

10 maggio 2013
Il consiglio dei ministri del 9 maggio non ha licenziato il disegno di legge con cui sospendere il pagamento dell’IMU dovuta sulla prima casa, per individuare idonee misure compensative per le casse dei Comuni. Ma in ogni caso si parla di prima casa. Poi rimane l’IMU da versare per gli immobili strumentali all’attività, tra cui i capannoni industriali
Ebbene rispetto a questo balzello, il cui acconto peraltro scade il  prossimo 16 giugno, si prospettano pesanti difficoltà per le imprese, comprese quelle di autotrasporto e di logistica, visto che in alcuni casi, dai calcoli effettuati, l’aumento rispetto agli anni passati sarebbe nell’ordine del 200%
La cosa non è passata inosservata a Conftrasporto che, per bocca del segretario generale Pasquale Russo, ha fatto espressa richiesta di sospendere il pagamento degli acconti sia al Presidente del Consiglio Enrico Letta, sia al Ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni, sia a quello dei Trasporti Maurizio Lupi. 
«L’aumento dell’acconto IMU per i beni strumentali all’attività d’impresa – ha spiegato Russo – per il nostro settore rischia di aggravare una situazione che è divenuta già insostenibile, tenuto conto del forte calo della domanda di trasporto interna ed estera. Per questo motivo ci appelliamo al senso di responsabilità dell’Esecutivo, chiedendo l’immediata sospensione del pagamento di questi acconti in scadenza il prossimo 16 Giugno».    

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home