UFFICIO TRAFFICO

Porto di La Spezia: per l’ingresso dei Tir arriva la informatica

27 giugno 2011

C’è il problema dei tempi di attesa per il carico/scarico, ma pure quello di alleggerire il traffico dei mezzi pesanti sulla rete urbana. E così il porto di La Spezia volta pagina e lancia una piattaforma informatica attraverso la quale contrarre i tempi e snellire la burocrazia. La definizione della piattaforma è stata sottoscritta tramite un protocollo d’intesa, nel quale è stata anche prevista l’avvio immediato di una gara per l’affidamento del Truck Village, per realizzare una nuova area doganale a Santo Stefano Magra e realizzare un nuovo gate in zona Stagnoni per i mezzi che operano sul Terminal Ravano.

La piattaforma informatica – definita Ap Net – è stata ideata dall’Autorità portuale e servirà a gestire on line tutte le funzioni del sistema operativo portuale (compreso il monitoraggio e l’organizzazione dei flussi delle merci su strada) e sulla quale sarà possibile l’interfacciamento tra tutte le realtà operative e istituzionali che operano nel porto spezzino. Un sistema innovativo che mira ad eliminare tutto il traffico dei documenti cartacei e a snellire le procedure, adottando una serie di progetti sperimentali che faciliteranno le operazioni doganali e di scambio documentale. “La piattaforma – ha precisato Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità portuale di La Spezia – consentirà agli autotrasportatori di vedere in tempo reale la situazione all’interno del porto e di programmare al meglio il loro viaggio. Prevediamo inoltre di installare sistemi wi-fi nelle aree di sosta autostradali, che consentiranno agli autotrasportatori di fare una sorta di ‘check in informatico’ in modo tale da giungere a destinazione già in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie". "Altro obbiettivo – aggiunge Maurizio Pozella, dirigente dell’area Lavoro e coordinatore del tavolo tecnico – è quello di separare il flusso dei camion da quello ferroviario e di indirizzare i tir verso le aree di destinazione, evitando il congestionamento ai singoli varchi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home