FINANZA E MERCATO

La BEI stanzia 400 milioni per finanziare le PMI italiane

3 giugno 2013
580 milioni. A tanto ammonta la somma messa a disposizione da Banca europea per gli investimenti (BEI) per il tramite del Gruppo UniCredit per finanziamenti a medio-lungo termine a imprese italiane. Lo scopo è quello di mitigare gli effetti della crisi finanziaria e contribuire all’avvio del processo di ripresa, facilitando l’accesso al credito a realtà imprenditoriali che, proprio perché di piccole dimensioni, ne sono spesso rimaste completamente escluse. 
All’interno del plafond di 580 milioni euro messo a disposizione dalla BEI sono state individuate quattro aree di intervento. Oltre ai finanziamenti per le piccole e medie imprese (400 milioni) e per le Mid-Cap (50 milioni), parte delle linee di credito sono destinate alle aziende per i programmi nella protezione dell’ambiente e nelle energie rinnovabili (100 milioni). Un’ultima tranche (30 milioni) riguarda Industria 2015, volta i finanziare i progetti in ricerca e sviluppo selezionati dal Ministero dello sviluppo economico in specifiche aree tematiche.  

Quanto è finanziabile
La fetta principale di 400 milioni va comunque alle PMI italiane attraverso l'impiego di fondi BEI a condizioni di particolare favore. Le linee saranno riservate esclusivamente agli investimenti delle PMI, tramite l’intermediazione di UniCredit e UniCredit Leasing. Per quanto riguarda le PMI, i progetti non potranno superare l’importo di 25 milioni

Cosa è finanziabile
I prestiti sono rivolti sia a nuovi investimenti sia a quelli in corso non ancora ultimati
Gli interventi – relativi ad aziende attive in tutti i settori produttivi, trasporti compresi – potranno riguardare l’acquisto, la costruzione, l’ampliamento e la ristrutturazione di fabbricati; l’acquisto di impianti, attrezzature, automezzi o macchinari; le spese, gli oneri accessori e le immobilizzazioni immateriali collegate ai progetti, incluse le spese di ricerca, sviluppo e innovazione; la necessità permanente di capitale circolante legata all’attività operativa. 

Possibilità di allargare il finanziamento con Unicredit
Il Gruppo UniCredit si impegna a fornire anche risorse proprie alle PMI beneficiarie, facendo così aumentare il plafond complessivo a disposizione del sistema economico italiano sotto forma di ulteriori finanziamenti. 
 Inoltre 50 milioni riguardano i progetti d’investimento delle società italiane di medie dimensioni (Mid-Cap).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home