UFFICIO TRAFFICO

Sicurezza Stradale. Nascono tre piazzole dove regolare gli specchietti retrovisori dei mezzi pesanti

12 giugno 2013

Dekra inaugurerà la prima piazzuola per la regolazione degli specchietti retrovisori dei mezzi pesanti venerdì 14 giugno presso la sede SAB di Bergamo con un evento denominato
"Bus & Truck Mirror Security" .
Dati Istat indicano che in Italia gli incidenti stradali provocano all‘anno quasi 4 mila morti e circa 40 mila feriti. In questi casi la persona al volante riveste sempre un ruolo centrale (ricordiamo che l’errato comportamento alla guida è per il 90% dei casi la causa principale degli incidenti stradali in tutta Europa) ma anche le condizioni esterne - infrastrutture, condizioni meteo - e i difetti tecnici dei veicoli giocano un ruolo importante.
Se, in generale, il miglioramento della sicurezza stradale richiede spesso interventi mirati e costosi, ci sono anche casi in cui le soluzioni sono relativamente semplici e possono, con costi limitati, contribuire a ridurre le situazioni di potenziale pericolo. DEKRA si muove in questo senso portando avanti un progetto che si impegna a far applicare la direttiva europea 2007/38/CE cha ha reso obbligatorio il montaggio degli specchietti laterali sui mezzi pesanti, al fine di ridurre gli angoli morti causa di gravi incidenti che coinvolgono le categorie più deboli come pedoni, ciclisti e motociclisti.
E i benefici della visibilità data dai nuovi specchi non può prescindere dalla loro corretta regolazione che non è così scontata e semplice da ottenere. Per questo motivo, Dekra ha attivato le piazzuole per la corretta regolazione degli specchietti retrovisori da parte dei mezzi pesanti.
Oltre alla piazzuola di Bergamo, la cerimonia di inaugurazione del 14 giugno prevede anche la simbolica apertura di altre due piazzuole in provincia di Brescia e Lecco che si inseriscono in questo stesso progetto iniziale. Durante l’evento sarà possibile effettuare delle prove pratiche di regolamentazione su Bus e su Truck.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home