LEGGI E POLITICA

Continuità territoriale: gli autotrasportatori congelano la protesta contro il caro traghetti

12 giugno 2013

Protesta sospesa nei porti sardi, dopo il positivo incontro iniziato nella tarda mattinata di oggi al ministero dei Trasporti - in presenza del ministro Maurizio Lupi, del consigliere Mino Giachino e del capo di gabinetto Giacomo Aiello - durante il quale i trasportatori e la Regione Sardegna hanno chiesto il congelamento dei forti aumenti e la revisione dei prezzi da parte della compagnia di navigazione Tirrenia. Secondo quanto si è appreso, il governo ha aperto un tavolo impegnandosi ad affrontare i problemi dei trasportatori. Le associazioni presenti al tavolo - Anita, Fedif, Artigianato Casa, Unatras, Trasporto Unito - hanno espresso giudizio positivo sospendendo la protesta; al termine si è svolto un primo incontro tecnico tra Ministero e Tirrenia.
Il blocco e il presidio dei porti di Cagliari, Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres erano stati congelati questa mattina come richiesto dal Ministero all'atto della convocazione odierna e della conferma del ministro Lupi ad andare in Sardegna venerdì 21 giugno per incontrare il governatore Ugo Cappellacci e altri esponenti politici dell'Isola e discutere della vertenza sulla continuità territoriale marittima .

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home