LOGISTICA

Chiamata di emergenza automatizzata in caso di incidente: dal 2015 obbligatoria sui commerciali

13 giugno 2013

Avete presente quel sistema che, in caso di incidente, telefona automaticamente a un centro di assistenza per attivare i soccorsi e mitigare le conseguenze del sinistro? Si chiama «eCall» e la Commissione europea lo reputa talmente importante, al punto che riuscire a salvare 2.500 vite ogni anno, da renderlo obbligatorio entro l’ottobre 2015. In pratica si tratta di un sistema che compone automaticamente il 112 (numero unico d’emergenza europeo) anche quando il conducente è incosciente o impossibilitato a telefonare e, in più, comunica l’ubicazione del veicolo

L’obbligo – che dovrà essere comunque approvato anche da Consiglio e Parlamento europeo – in realtà si riferisce alle vetture, ma il testo della proposta prende in considerazione anche i veicoli commerciali leggeri che saranno immatricolati a partire dall’ottobre 2015.   
 
Vantaggi 
Le stime suggeriscono che il sistema eCall potrebbe accelerare i tempi di risposta dei soccorsi del 40 % nelle zone urbane e del 50 % nelle zone rurali. In più, eCall avrà anche un effetto significativo sulla riduzione degli ingorghi causati da incidenti e sulla riduzione degli incidenti secondari provocati dalla mancata messa in sicurezza del luogo dell'incidente.
Anche l'industria beneficerà di questo sistema attraverso le numerose società coinvolte nell'offerta di tecnologie, componenti e servizi utilizzati in diversi aspetti di eCall, compresi i sistemi di bordo, la trasmissione dati wireless e i centri di raccolta delle chiamate d'emergenza. Si prevede inoltre che le apparecchiature di bordo introdotte da eCall potrebbero essere utilizzate per altri servizi aggiuntivi (come la localizzazione di vetture rubate).  
 
Funzionamento
eCall si attiva automaticamente non appena i sensori del veicolo rilevano un urto grave. Una volta attivato il sistema compone il numero di emergenza europeo 112, stabilisce un collegamento telefonico con l'appropriato centralino di emergenza e invia ai servizi di soccorso i dati relativi all'incidente, compreso l'orario in cui questo è avvenuto, la posizione esatta del veicolo incidentato e la direzione di marcia (elemento di estrema importanza sulle autostrade e nei tunnel). 
La chiamata eCall può essere attivata anche manualmente premendo un pulsante all'interno dell'abitacolo, come può per esempio fare il testimone di un incidente grave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home