FINANZA E MERCATO

Iveco-Gazprom per promuovere l'uso di veicoli a metano in Russia

17 giugno 2013
Iveco e la società russa Gazprom PLC stanno collaborando allo sviluppo di veicoli alimentati a gas naturale compresso (CNG) in Russia. Alla base di questa collaborazione vi è la profonda convinzione che il mercato del metano abbia un grande potenziale di crescita nel Paese. Con un passaggio decisivo dall’utilizzo di motori Diesel a quello di motori alimentati a metano, le società russe che operano in settori chiave dell'economia potrebbero ottenere importanti riduzioni nel consumo di carburante, con notevoli benefici sia per l'ambiente sia per la sicurezza energetica nazionale.
Gazprom Group, che è il più grande estrattore e fornitore di gas naturale nella Federazione Russa e titolare delle più grandi riserve del mondo, sta attivando programmi per promuovere l'uso del metano ed è alla ricerca di opportunità di collaborazione con partner strategici per lo sviluppo, la produzione e la promozione di veicoli a metano nel Paese.
Iveco può essere il partner strategico, forte di una gamma completa di veicoli alimentati a gas naturale (dalle 3.5 ton del Daily Natural Power alle 16 ton dell’Eurocargo, fino alle 40 ton dello Stralis CNG) e interessata a favorire l’allargamento del parco circolante di questi veicoli fornendo soluzioni e veicoli CNG per diversi settori economici, dai trasporti pubblici alle applicazioni off-road pesanti. Via libera quindi a veicoli come il nuovo Stralis CNG, che soddisfa già le norme Euro VI sulle emissioni ed è in grado di percorrere fino a 400 chilometri con un pieno di carburante. Qui la protezione della bombola del gas e l'aspetto complessivo dei veicoli con motore a metano, pressoché identico agli equivalenti modelli Diesel, sono stati ritenuti i migliori da Gazprom.
Il programma per la costruzione di nuove stazioni di rifornimento di metano, intrapreso da Gazprom PLC, sarà allineato alla distribuzione geografica di questi veicoli sul territorio russo. Per parte sua, Iveco fornirà i veicoli alimentati a gas naturale per le operazioni di prova di Gazprom e per la partecipazione a manifestazioni locali e internazionali.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home