LEGGI E POLITICA

In Gazzetta i 16 milioni per la formazione: domande entro il 15 luglio

17 giugno 2013

Dopo il decreto sugli investimenti, arriva in Gazzetta Ufficiale anche il decreto che stanzia fondi 16 milioni di euro per sostenere azioni formative nell’autotrasporto da realizzare entro il 15 aprile 2014. Il decreto in questione porta la data del 21 marzo 2013 (n. 119) ed è stato pubblicato in Gazzetta il 13 giugno.
Le domande per poter usufruire dei fondi e per svolgere azioni di formazione professionale specifica o generale vanno presentate entro il prossimo 15 luglio al ministero delle Infrastrutture e Trasporti e redatte utilizzando obbligatoriamente il modulo allegato al decreto.
Hanno titolo a presentare le domande le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, le aggregazioni di imprese quali Consorzi, Coop a proprietà divisa, Società Consortili, in regola con l’iscrizione al REN o, se previsto dalla legge, alla Sezione Speciale per i Consorzi e le Coop a proprietà divisa dell'Albo degli autotrasportatori o, rispetto alle imprese operanti con veicoli minori di 1,5 ton, al solo Albo Nazionale degli Autotrasportatori. Ogni impresa può presentare una sola domanda, anche se è associata a un Consorzio.
Per poter fruire del finanziamento è necessario che i titolari, i soci, gli amministratori o i dipendenti inquadrati nel CCNL di settore di tutte le imprese ricordate prendano parte a percorsi formativi o di aggiornamento professionale, finalizzato all’acquisizione di conoscenze adeguate alla gestione di impresa e alle nuove tecnologie, così da favorire la competitività e la sicurezza.
Tra questi corsi, però, non sono compresi in ogni caso i corsi di formazione che servono per l’accesso alla professione e ad acquisire o a rinnovare i titoli richiesti per l’esercizio dell’attività di autotrasportatore.
I contributi verranno corrisposti al termine dell’attività formativa e in ogni caso non possono superare i 150.000 euro per impresa o, nel caso di raggruppamento di imprese, per ogni impresa del raggruppamento che prenda parte alla formazione.
Come in passato, il ministero delega la gestione e l’istruttoria delle domande alla Rete Autostrade del Mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home