LEGGI E POLITICA

Costi minimi: il Tribunale Napoli respinge una richiesta di incostituzionalità

18 giugno 2013

Importantissima sentenza quella della 2° Sezione Civile del Tribunale di Napoli che ieri, 17 giugno 2013, ha respinto un’eccezione di illegittimità costituzionale dell’art. 83 bis, non ravvisando contrasti tra questa disposizione e l’art. 41 della Costituzione. Come si legge in una nota di Conftrasporti, la decisione del giudice conferma la bontà dell’impianto normativo, ribadendo come i costi minimi siano «collegati a profili di sicurezza nel senso che la fissazione di una soglia minima mira ad evitare il mancato rispetto dei costi della sicurezza stradale e sociale. Ciò comporta la legittimità della previsione legislativa in quanto non sopprime la concorrenza, ma la indirizza verso scopi di utilità sociale.».

In riferimento al possibile contrasto con la normativa comunitaria sulla concorrenza, il Tribunale l’ha definita una «ipotesi insussistente nel caso in esame.... L'eccezione va dunque rigettata.».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home