FINANZA E MERCATO

La Spezia e Trieste: due porti con il vento in poppa

12 luglio 2013

È tempo di numeri per i porti italiani. Non tutti i dati, in realtà, sono omogenei, ma comunque da Nord a Sud, quasi tutti sembrano viaggiare in modo positivo. La Spezia, per esempio, nel primo  quadrimestre 2013 si è attestato a 406.527 teu, con un incremento del 2,3% rispetto allo stesso periodo del 2012. I container pieni sono ammontati a 303.668 teu (+ 4,2%) e quelli vuoti a 102.859 teu (-2,8%). In export i contenitori pieni sono cresciuti del 7% (189.242 teu), mentre sono risultati stazionari in import (114.426 teu). Il soloLa Spezia Container Terminal (gruppo Contship Italia) ha movimentato 322.734 teu (+3%), il Terminal del Golfo (gruppo Tarros) 47.488 teu (+3,4%) e Speter 36.305 teu (-4%).

Ma segnali positivi arrivano anche dal versante adriatico, dove Trieste, rispetto al primo semestre 2013, cresce dell’11,70% con 150.048 contenitori e del 13,64% pari a 233.800 teu. Ma soprattutto fa ben sperare il dato di giugno, che fa segnare la terza miglior performance mensile di sempre, con un +1,53% di contenitori e un + 5,68% nei teu rispetto al giugno 2012 e + 3,55% contenitori e + 5,99% teu rispetto al maggio 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home