LEGGI E POLITICA

Autorità dei Trasporti al via: il governo sceglie i componenti

12 luglio 2013

Importante passo in avanti nella costituzione dell'Autorità dei Trasporti con la scelta da parte del Consiglio dei Ministri del presidente e dei due consiglieri nelle persone rispettivamente di Andrea Camanzi, Barbara Marinali e Mario Valducci. Le nomine dovranno essere avallate dalle Commissioni Trasporti dei due rami del Parlamento.
Andrea Camanzi, nato a Ravenna nel 49, è consigliere dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori. Barbara Marinali è direttore generale per le Infrastrutture stradali presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dal 2009, mentre Mario Valducci è un esponente del Pdl che ha ricoperto l'incarico di presidente della Commissione Trasporti della Camera nella precedente legislatura.
Molti i commenti positivi, ma vari anche gli scettici. Il premier Enrico Letta giudica l'istituzione dell'Autorità come "un fatto significativo" perché "c’è bisogno di regolare un settore che oggi è privo di regolazione”.
Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha sottolineato l'utilità dell'Autorità “per procedere alla liberalizzazione del mercato e per dare regolamento a un settore importante”. Inoltre ha anche posto l'accento sulla scelta dei componenti, definite persone "qualificate e che garantiscano una funzione terza indispensabile per una liberalizzazione del settore. Mi auguro che il Parlamento, nella sua autonomia, proceda rapidamente al completamento dell’iter”.
E se il presidente della Commissione Trasporti della Camera, Michele Meta, parla della chiusura di un ciclo richiesto dal Pd, Linda Lanzillotta di Scelta Civica, senza giudicare le persone, pone dubbi sul metodo: ''Non si può passare senza soluzione di continuità dal Parlamento ad una Autorità che dovrebbe essere per sua natura indipendente: tutto ciò senza almeno un congruo periodo''.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home