ACQUISTI

L'urban truck secondo Nissan e Renault Trucks

19 luglio 2013

Le due case sviluppano insieme un nuovo veicolo urbano da 3,5 a 7,5 ton. I francesi della losanga posizionano l'urban truck all'interno della gamma da distribuzione «D», mentre l'insegna nipponica sarà NT500, dove NT è l'acronimo di Nissan Truck.

Nissan e Renault Trucks, in passato, hanno già attivato una collaborazione giudicata da entrambi proficua. Ma il tempo è passato e le esigenze del mercato evolute e così hanno deciso di realizzare un nuovo veicolo ribadendo il sodalizio. Il segmento che andrà a ricoprire è quello della distribuzione urbana e proprio per questo il veicolo si posizionerà tra le 3,5 e le 7,5 ton (la Massa Totale Combinazione sarà di 11 ton), ma soprattutto avrà una cabina contenuta in 2 m di ingombro, una lunghezza di 8,21 m, anche se la quella carrozzabile sarà modulata tra i 2,9 e i 6,4 m, con una larga gamma di passi a disposizione, da 2800 a 4300 mm. Insomma, un veicolo compatto, facilmente manovrabile, comodo da guidare, robusto e versatile nell’assetto dello chassis, ergonomico nella distribuzione dei comandi interni e, neanche a dirlo, estremamente parco rispetto ai costi di esercizio.
Per la precisione, per ridurre i consumi di carburante ci si affida a una catena cinematica appoggiata su due pilastri: rispetto alle trasmissioni, l’offerta comprende una versione manuale a 6 rapporti con trazione posteriore disponibile su tutti i modelli e una robotizzata per la versione da 7,5 ton (sul «D» si parla di Optitronic). Rispetto ai motori, Renault Trucks punta sui nuovi Euro 6 DTI 3 da 150 e 180 cv, dotati di una coppia disponibile a partire da 1200 giri/min e un rapporto al ponte più lungo per privilegiare le economie di carburante.
Nissan invece si produce in proprio lo ZD30, un quattro cilindri da 3 litri. L’offerta si differenzia in base al tonnellaggio, le versioni da 3,5 a 6,5 ton sono alimentate con un motore da 150 cv (110 kW), dotato di un unico turbocompressore e di 350 Nm di coppia, abbinato a una trasmissione manuale a sei marce, trazione posteriore.
Il modello da 7,5 ton viene equipaggiato invece con una versione biturbo che eroga 176 cv di potenza (130 kW) e 540 Nm di coppia. Entrambe le versioni raggiungono lo standard euro 6 tramite filtri antiparticolato (DPF) e SCR. Per contenere i costi di esercizio l’intervallo dei cambi d’olio e di sostituzione dei filtri viene portato a due anni o 40.000 km e la cinghia scanalata accessoria ha una durata utile che sale a 40.000 km. Tutte le versioni dispongono di ruote gemellate e dispongono di vari attacchi e connettori sul telaio per facilitarne l’allestimento.
La struttura con cabina ribaltabile a 45° – insolita per il mercato dei veicoli da 3,5 ton – offre numerosi vantaggi, primo tra tutti un facile accesso al vano motore per gli interventi di manutenzione ordinaria e soprattutto maggiore spazio di carico entro la lunghezza complessiva del veicolo.
La cabina è spaziosa, vanta un design moderno e soprattutto facilita la vita del conducente in ambiti urbani sia con un’ottima visibilità, sia con un diametro di sterzata ridotto. La cabina inoltre integra ingegnose soluzioni portaoggetti, come capienti tasche alle portiere, ripiani sul tetto, tre cassetti portaoggetti, portabicchieri, portabottiglie, scaffali e portadocumenti in formato A4.
I veicoli saranno assemblati nello stabilimento Nissan di Avila, in Spagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home