UFFICIO TRAFFICO

Rimborsi pedaggi 2012: le domande dal 16 settembre

2 agosto 2013

Il Comitato Centrale per l’Albo ha fatto i conti dei rimborsi dei pedaggi autostradali. La somma disponibile per le riduzioni dei pedaggi del 2012 è di 69.655.325,40 euro. Le imprese e ii raggruppamenti che hanno titolo per ottenere il rimborso possono presentare domanda a partire dalle ore 9.00 del 16 Settembre 2013 e fino alle ore 14.00 del 16 Ottobre 2013, accedendo alla sezione dedicata del sito internet del Comitato Centrale www.alboautotrasporto.it.

In pratica il Comitato non ha cambiato le modalità, ma soltanto l'ammontare dei rimborsi. Come sempre, infatti, possono presentare domanda:

- le imprese di autotrasporto nazionali e dell’Unione Europea e i loro raggruppamenti costituiti a norma del D.P.R. 155/90 e, se italiani, iscritti alla Sezione Speciale dell’Albo per i Consorzi e le Cooperative a proprietà divisa che operano in conto terzi o in conto proprIo e che abbiano effettuato dei transiti autostradali nel periodo 1 Gennaio – 31 Dicembre 2012, con veicoli Euro 2 o superiori. Scatterà infatti solo dal 2013 la direttiva ministerale del 21 marzo ha già sancito l’esclusione dei veicoli euro 2 dalla platea dei mezzi ammessi al benefici.

Al fatturato in pedaggi realizzato con tali veicoli si applicano i seguenti coefficienti moltiplicatori:

Euro 2: 0,5

Euro 3: 1,5

Euro 4,  Euro 5 e superiori: 2.

Al fatturato così rideterminato vengono applicate le seguenti percentuali massime teoriche di riduzione

Importo globale dei pedaggi pagati

% di riduzione

da € 200.000 a € 400.000

4,33%

Da € 400.001 a € 1.200.000

6,50%

Da € 1.200.001 a € 2.500.000

8,67%

Da € 2.500.001 a € 5.000.000

10,83%

Oltre € 5.000.000

13%

 
Le percentuali massime potranno essere rideterminate proporzionalmente dallo stesso Comitato Centrale quando si avrà il dato complessivo degli importi relativi alle domande di riduzione presentate dalle imprese. La rideterminazione sarà eseguita tenendo conto della effettiva disponibilità di risorse messe a disposizione dal Governo. E’ confermata l’ulteriore percentuale del 10% della percentuale di riduzione spettante alle imprese che hanno realizzato almeno il 10 % delle somme pagate globalmente per i pedaggi con transiti notturni (dopo le 22 e entro le 2, con uscita dopo le 2 e prima delle 6).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home