UFFICIO TRAFFICO

Francia: ecotaxe slitta a gennaio 2014

6 settembre 2013

Oui, non, peut-être… Ecotaxe, ovvero l'ecotassa francese sui “pesanti” in transito sulle strade nazionali, che doveva entrare in vigore il prossimo 1° ottobre, è stata rinviata al prossimo gennaio 2014. Tassa che non ha mancato di suscitare discussioni e polemiche anche a causa del sistema pensato per la riscossione del balzello che non è stato in grado di supportare adeguatamente i programmi previsti. Risultato: il governo di Parigi ha deciso di procrastinare all’inizio dell’anno prossimo l’applicazione della tassa. In pratica a denunciare seri limiti è la procedura di registrazione dei camion, che poi saranno monitorati e quindi addebitati della tassa. Pochi giorni fa i veicoli pesanti registrati erano circa 10 mila, mentre le previsioni parlavano di almeno 100-120 mila per questa fase di avvio.
Così, il ministro dei Trasporti Frederic Cuvillier ha dapprima detto che aspettava di avere notizie certe dalla società che ha l’appalto per il sistema di riscossione dell’ecotassa, poi ha deciso per il rinvio, come peraltro era stato richiesto dalla stessa società che gestisce il servizio.
Va anche detto che il problema tecnico contiene ben altro. A quanto pare la categoria – non contenta del nuovo balzello – ha volutamente trascurato la registrazione al sistema, indispensabile per attuare i pagamenti. In questa situazione avviare il sistema comunque rischiava di creare una situazione di caos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home