ACQUISTI

Volkswagen Caddy BlueMotion, mai così parco

12 settembre 2013

Migliore aerodinamica, pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, assetto ribassato, Stop&Start... sono alcune delle soluzioni «virtuose» che contribuiscono a rendere il nuovo Caddy BlueMotion il più economico di sempre

Lo stand Volkswagen al salone di Francoforte (10-22 settembre) ha riservato anche un po’ di spazio ai veicoli commerciali. Tra le proposte presentate, quella di maggior peso commerciale nel nostro mercato è sicuramente la nuova versione del Volkswagen Caddy BlueMotion, allestimento pensato e sviluppato con obiettivi di risparmio e di contenimento delle emissioni nocive. 

All’esterno non ci sono novità che cambino l’immagine del fortunato modello. Il nuovo Caddy BlueMotion è infatti frutto di una certosina “limatura” di tutti particolari con l’obiettivo di migliorare l’efficienza aerodinamica e perfezionare il comportamento su strada, così che il motore sia chiamato al minor sforzo possibile. Ergo, a consumare meno.
Se a prima vista il riconoscimento del Caddy BlueMotion rispetto alle altre versioni del modello non è facile, guardando bene, le particolarità che lo caratterizzano si possono notare abbastanza agevolmente. Per esempio nell’insieme del frontale, in cui le prese d’aria e le griglie davanti sono state messe a punto per ottimizzare il deflusso dell’aria e quindi migliorare il coefficiente di penetrazione. Lo stesso si può dire per i profili della parte inferiore, conformati con la stessa preoccupazione aerodinamica. Altre cose specifiche che si possono notare all’esterno del Caddy BlueMotion sono le ruote, che montano pneumatici a bassa resistenza al rotolamento e sono rifinite con copricerchi di disegno apposito che copre tutto il cerchio. Anche in questo caso per contrastare i deflussi di aria irregolari e controproducenti al fine dei consumi. Un occhio molto attento, può anche riscontrare che il nuovo Caddy BlueMotion ha una altezza da terra inferiore di 2,7 cm rispetto alla versione precedente, con buon vantaggio aerodinamico.
Ma i miglioramenti ottenuti non sono dovuti soltanto a questi interventi esterni. Un peso importante lo ha l’adozione del dispositivo Stop&Start e del sistema di recupero di energia in frenata. Così come la nuova “intelligenza” di gestione del motore.
Risultato di tutto ciò è una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2. Il consumo medio del nuovo Volkswagen Caddy BlueMotion è di 4,5 litri/100 km, che significa 0,5 litri in meno rispetto alla analoga versione precedente. E il miglioramento è ancora più sensibile rispetto alla versione senza gli accorgimenti citati in tema di aerodinamica e di equipaggiamento funzionale.
Il motore impiegato sul Caddy BlueMotion è il 4 cilindri 1.6 TDI da 102 Cv, con coppia massima di 250 Nm. Ebbene, nel confronto con il Caddy motorizzato con questa stessa unità ma senza l’allestimento BlueMotion, il miglioramento è di 1,1 litri/100 km. In termini di emissioni di CO2, la nuova proposta BlueMotion dichiara 117 g/km. Il nuovo Volkswagen Caddy BlueMotion verrà proposto anche con cambio a doppia frizione, come del resto la versione precedente ancora in listino.
Per l’allestimento, la Volkswagen ha scelto di utilizzare la base a passo corto (2.681 mm) e tutte le caratteristiche di carico della configurazione sono mantenute anche per la versione BlueMotion. Il Caddy BlueMotion furgone mette a disposizione una capacità di carico di 3,7 mc. Il vano riservato alle merci + regolare e accessibile da entrambi i lati, tramite le porte laterali scorrevoli e attraverso le due porte a battenti posteriori. La portata massima è di 741 kg.
L’equipaggiamento della nuova versione BlueMotion del Caddy comprende il sistema Hill Hold Assist che facilità le partenze in salita e il Cruise Control per regolare automaticamente la velocità.
Volkswagen produce il nuovo Caddy BlueMotion in diverse configurazioni: furgone, Kombi e passeggeri negli allestimenti Starline eTrendline. L’allestimento dell’interno ha caratteristiche automobilistiche, per finiture e completezza, la console centrale “arreda” l’abitacolo con strumentazione e comandi intuitivi e concepiti per essere pratici e non mancano diversi vani portaoggetti, particolarmente apprezzati negli impieghi di lavoro.
A titolo indicativo, i prezzi per il mercato tedesco del nuovo Volkswagen Caddy BlueMotion partono dai 17.720 euro (+Iva) per la versione furgone e dai 21.759 euro (+Iva) per quella passeggeri in allestimento Starline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home