LOGISTICA

RFI adegua la Milano-Trieste come autostrada viaggiante

7 ottobre 2013

Adesso è possibile far salire un semirimorchio a Milano su un treno e farlo viaggiare fino a Trieste. Esiste cioè dal punto di vista infrastrutturale la possibilità di percorrere un’unica autostrada viaggiante da una parte all’altra del Nord Italia, per circa 400 km, dopo che Rete Ferroviaria Italiana ha adeguato le sagome di tutte le gallerie esistenti. Per la precisione adesso è consentito il transito sui carri ferroviari di semirimorchi con larghezza fino a 2,50 metrie con un’altezza fino a 4,10 metri. Ciò significa che per le aziende è possibile trasportare oltre che ai semirimorchi, anche casse mobili e container high cube. È ovvio che poi la possibilità si trasformerà in concretezza laddove sarà attivato in concreto un servizio.

Qualche mese fa, prima che si partissero i lavori per la realizzazione della terza corsia sulla A4 Venezia-Trieste e prima quindi che si creassero i prevedibili rallentamenti lungo quella tratta, ci fu la proposta di creare un’autostrada viaggiante che partisse da Brescia per arrivare fino in Slovenia. E il punto di partenza era proprio la «leonessa d’Italia» perchéla tratta Milano-Brescia non era ancora adeguata rispetto alle sagome dei tunnel. Adesso la stessa idea potrebbe essere riproposta addirittura partendo da Milano e quindi con la possibilità di aggregare quote di traffico ancora maggiore. Potrebbe, se qualcuno mai lo volesse…

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home