LEGGI E POLITICA

Genedani, neopresidente di Confartigianato Trasporti, si scaglia contro il Sistri

7 ottobre 2013

Il nuovo presidente di Confartigianato Trasporti è Amedeo Genedani. Lo ha eletto all’unanimità, per acclamazione, l’assemblea dei delegati riuniti lo scorso 4 ottobre.
Ad affiancarlo i vice presidenti Stefano Boco (Umbria), Agostino Pozzi (Lombardia), Michele Varotto (Veneto), Antonio Giovanni Mellino (Sardegna).

Amedeo Genedani, titolare di un’impresa di trasporti a Fiorano (Modena), è Presidente di Confartigianato Lapam di Fiorano e ha ricoperto numerosi incarichi associativi a livello nazionale e locale nell’ambito dell'associazione. Nell’annunciare le linee programmatiche del suo mandato, Genedani ha ribadito «la necessità di un rinnovato sforzo dell’Associazione per vigilare sul rispetto degli impegni assunti dal Governo nei confronti della categoria» e ha sottolineato «l’urgenza di offrire risposte agli imprenditori del trasporto merci gravemente colpiti dalla crisi». In particolare, il nuovo presidente ha puntato il dito contro il Sistri, il sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti pericolosi, definendolo «inutilmente costoso e inefficiente. In questo momento di difficoltà le nostre imprese non hanno certo bisogno di altri problemi come quelli che sta provocando il Sistri».

Confartigianato Trasporti rappresenta oltre 35.000 imprese di autotrasporto che danno lavoro a circa 70.000 persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home