ACQUISTI

Per il Ford Transit Custom arriva la versione a tetto alto

10 ottobre 2013

Appena eletto Van dell'Anno, il commerciale della Ford diventa anche... un po' più alto, con una versione con tetto rialzato in acciaio che amplia il volume fino a 8,3 mc, aumenta l'altezza del vano di carico a 1,78 metri e accresce la luce della porta laterale. Ma l'agilità del veicolo - disponibile sia a passo lungo che corto - rimane la stessa

Dopo essersi aggiudicato il titolo di Van dell’Anno il Ford Transit Custom è anche… un po’ più alto. È appena stata lanciata - e si può già ordine - la nuova versione a tetto alto che offre il 20% di spazio di carico in più rispetto al modello standard. Di conseguenza sembra pensata per chi ha necessità di coniugare le esigenze di agibilità e di mobilità di un veicolo da una tonnellata con quelle di disporre di un volume maggiore, che raggiunge gli 8,3 mc e che soltanto in altezza, grazie ai 37 cm guadagnati, arriva a 1,78 metri. E per personalizzare ancor più il veicolo, oltre all’opzione a tetto alto, resta possibile scegliere tra la versione a passo lungo e quella a passo corto – entrambe capaci di ospitare comunque 3 europallet – e tutta l'offerta di motorizzazione, tra cui l’ecologico e parsimonioso Duratorq TDCi 2.2, disponibile con Start&Stop e con emissioni di 178 g/km. E per la manutenzione sono tutti parchi, con intervalli a due anni o 50.000 km.

Ma il valore aggiunto della nuova versione a tetto alto deriva pure da due fattori:
- innanzi tutto la sovraelevazione del veicolo viene realizzata – ed è una particolarità unica – con un tetto completamente in acciaio, di conseguenza più resistente, tanto che diventa possibile poggiarvi sopra dei carichi fino a 100 kg;
- inoltre l’innalzamento del tetto determina anche un accrescimento della luce della porta scorrevole laterale.

Il capitolo sicurezza, introdotto dalle 5 stelle Euro NCAP, annovera il SYNC con chiamata automatica d’emergenza  (Emergency Assistance), telecamera posteriore, controllo dell’accelerazione, fari alogeni con luci svolta, accensione automatica fari, assistenza mantenimento corsia (Lane Keeping Alert) e monitoraggio dell’attenzione del guidatore (Driver Alert).

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home