ACQUISTI

Volvo FL e FE: il silenzio conquistato

7 novembre 2013

Il comfort è un traguardo complesso. Perché un cigolio del volante, una vibrazione dello specchio, un suono stonato del finestrino, si appoggiano sui nervi di chi guida e li stressano poco alla volta. A fine giornata dal camion scenderà un uomo stanco e più esposto a rischi. Ecco perché la casa svedese ha testato i nuovi FL e FE nei minimi dettagli, mettendo al bando ogni fastidio sonoro

Il veicolo da distribuzione è quello più difficile da realizzare. Perché deve saper rispondere, giorno dopo giorno, a esigenze specifiche, a volte in conflitto tra loro. Per un verso, cioè, deve coccolare il conducente, gratificarlo con comfort. Ma non è un fatto di imbottiture o di sedili: un volante che vibra o uno specchietto che fa rumore mina i nervi, stanca, deconcentra. Per altro verso invece deve essere efficiente, che in ambiente urbano spesso vuol dire essere mobile, facilmente manovrabile, con raggio di sterzata il più possibile ampio. 

Come si mettono d’accordo tutti questi fattori? Volvo Trucks per sviluppare i nuovi FL e FE ha battuto una strada sicura: quella di scegliere dei tester, dei professionisti del trasporto che per lunghi mesi si sono fatti accompagnare dai nuovi veicoli e gli sono stati addosso, a capire come si muovevano e cosa facevano.
E proprio ascoltando questi trasportatori hanno rettificato, integrato, plasmato il veicolo sulle esigenze di chi lavora. Rispetto alle vibrazioni, per esempio, hanno tenuto sotto controllo gli specchietti, i sedili, il volante, perfino il rumore emesso dal saliscendi dei finestrini. E ovviamente questi test sono stati fatti non soltanto su asfalto perfettamente liscio, ma anche su strade dissestate, con buche e asperità.

Ovvio che poi un «orecchio» di riguardo è stato rivolto al motore, che nella versione euro 6 si presenta decisamente meno rumoroso. E la ragione - a sentire Tobias Bergman, product manager FE and FL Trucks –  è presto detta: «I nuovi motori – spiega – sono caratterizzati da una velocità inferiore, fattore che li rende più silenziosi e ottimizzati per la guida in ambienti urbani».

Inoltre a dialogare con questi motori silenziosi, sia nella versione D5 sia nella D8, è stata chiamata anche la trasmissione automatizzata I-Shift, che semplifica ulteriormente il lavoro dei conducenti, non più obbligati a cambiare marcia manualmente nelle situazioni di stress.
Inoltre, visto che chi fa distribuzione sale e scende di continuo dal veicolo, del nuovo Volvo FL viene anche offerta una versione con ingresso più basso, visibilità superiore e maggiore semplicità di carico, oltre a un aumento della capacità di carico pari a 500 kg. 
E il risultato ottenuto lo confermano direttamente i trasportatori. «Le migliori caratteristiche del nuovo Volvo FL sono l'accessibilità complessiva e la manovrabilità eccellente – spiega Karli Walter, che da 14 anni guida veicoli da distribuzione per un'azienda di trasporti svizzera e per sette mesi ha testato il nuovo Volvo FL. «Nelle strade strette e negli spazi limitati – aggiunge – è davvero sensazionale. È più potente, possiede una capacità di carico superiore ed è piacevole da guidare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home