LOGISTICA

Presentato a Bruxelles progetto per piattaforma logistica a Portogruaro

13 novembre 2013

Il Veneto Orientale vuole una propria piattaforma logistico-intermodale e per raggiungere questo obiettivo sta battendo la strada della collaborazione tra più realtà, pubbliche e private, che hanno deciso di studiare il territorio di Portogruaro (VE) per evidenziare la localizzazione strategica delle infrastrutture esistenti  (Interporto, Autoparco Savo e Polo Logistico Eastgate Park) e studiare le azioni da intraprendere per metterle in rete e creare così una piattaforma logistico-intermodale.

Il risultato di questo progetto con lo studio di fattibilità è stato oggi presentato a Bruxelles da Paolo Bellotto, assessore del Comune di Portogruaro, su invito della Commissione europea e ha dimostrato che, con modesti investimenti, è possibile offrire con le infrastrutture già esistenti un insieme di servizi di logistica funzionali non solo al tessuto produttivo del Veneto Orientale ma anche alle “piattaforme logistiche interregionali” previste dalla programmazione in materia.

L’interesse dell’organismo comunitario peraltro è giustificato dal fatto che la piattaforma multimodale di Portogruaro interesserebbe ben due dei quattro corridoi che interessano l’Italia, il Corridoio Baltico-Adriatico e il Corridoio Mediterraneo.  

Lo studio sarà presentato nel dettaglio da tutte le realtà (Regione del Veneto, Provincia di Venezia, Comuni  di Portogruaro e Fossalta di Portogruaro, Portogruaro Interporto Spa, IdeA Fimit Sgr per il Fondo Spazio Industriale, Consorzio Savo e Polo Innovazione Strategica srl-Polins) il prossimo 29 novembre a Portogruaro nell'ambito di un convegno dedicato allo sviluppo futuro delle infrastrutture dell'area.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home