UFFICIO TRAFFICO

La Svizzera finanzierà lavori infrastrutturali in Italia lungo l’asse del Gottardo

2 dicembre 2013

La Svizzera punta forte sul trasporto ferroviario e di conseguenza anche sul nuovo tunnel del Gottardo. Al punto che, rispetto agli attuali 1,2 milioni di transiti di autocarri attraverso le Alpi svizzere, si è posta l’obiettivo di arrivare a 650 mila nel 2018

L’ostacolo principale rispetto al raggiungimento di tale obiettivo è rappresentato, per assurdo, da quanto accade negli altri paesi che rappresentano il prolungamento del tunnel del Gottardo. Italia in testa. Tant’è che il Consiglio federale punta dritto all’obiettivo offrendosi di farsi carico di almeno una parte dei costi necessari per realizzare la parte di infrastruttura sul versante italiano. In particolare l’interesse della Svizzera riguarda sia l’ammodernamento della linea finalizzato a creare un unico corridoio sull’asse del Gottardo, peraltro favorito a sud dalle basse pendenze, in cui potranno viaggiare container con un’altezza complessiva di 4 metri, sia la realizzazione di terminal per il trasbordo gomma-rotaia nell’Italia settentrionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home