FINANZA E MERCATO

Il Porto di Trieste «avvista» i 450 mila teu per fine anno

12 dicembre 2013

È un momento propizio per il porto di Trieste. Il presidente dell’autorità portuale, Marina Monassi, ha annunciato un ulteriore aumento dei traffici container: al 30 novembre 2013 sono stati registrati 418.895 teu rispetto ai 411.247 del 31 dicembre 2012 e per fine anno di punta ai 450 mila.

Dalla Regione, invece, per bocca dall’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità, Mariagrazia Santoro, che anche per il 2014 saranno destinati allo scalo giuliano i 5 milioni di euro per la “Promozione dei traffici intermodali”, dei quali «3 milioni – ha specificato l’assessore– già inseriti nella Finanziaria in approvazione in questi giorni e altri 2 milioni nella variazione di assestamento previsto per la seconda metà del 2014».
Il presidente Monassi ha anche comunicato «la conferma dell’abbattimento del 20% anche per il 2014 dei canoni demaniali per i magazzini con depositi del caffè crudo e l’applicazione dell’indice Istat negativo dello –0,5% che ridurrà i canoni demaniali marittimi 2014 secondo quanto previsto nel decreto del 5 dicembre scorso del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti».

Sul fronte Porto Vecchio il Comitato ha preso atto del testo dell’atto transattivo definitivo sulla vertenza con Portocittà Spa, avvallato da un ulteriore parere dell’Avvocatura distrettuale dello Stato. È stato inoltre comunicato l’avvio immediato di tutte le attività necessarie alla infrastrutturazione del Porto Vecchio, partendo dalla concessione relativa a Greensisam Srl, ovvero quella più a ridosso del centro città. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home