ACQUISTI

La «Green Mobility » secondo Fiat Professional

17 dicembre 2013

Importante consegna di 530 nuovi veicoli commerciali Fiat alla Sirti, il 30% in versione Natural Power a disposizione delle squadre operative nelle aree ZTL delle città italiane

In questi giorni si è completata la consegna di oltre 530 nuovi veicoli commerciali Fiat Professional alla Sirti, la società di tecnologia leader in Italia nella progettazione, realizzazione, integrazione e manutenzione di infrastrutture di rete e sistemi nei settori telecomunicazioni, ICT, trasporti, energia e sistemi speciali.
L'importante fornitura è frutto di un accordo che consolida una partnership basata sulla volontà di creare sinergie fra aziende italiane impegnate nel “fare sistema” e condividendo valori come l’ecologia e la qualità.
Il 30% dei nuovi veicoli sono infatti in versione Natural Power a doppia alimentazione (benzina/metano) a disposizione delle squadre operative che operano nelle aree ZTL delle città italiane. Tra questi veicoli ‘green’ il Fiat Doblò Natural Power 1.4 T-Jet da 120 CV e la nuova Panda Van equipaggiata con il 0.9 TwinAir Turbo a metano da 80 CV.
Fiat Professional, per la seconda volta consecutiva, è stato nominato 'Produttore di LCV dell'anno’ ai GreenFleet Awards 2013, il prestigioso titolo che riconosce gli sforzi compiuti dai produttori per ridurre le emissioni di CO2 e migliorare l'economia dei consumi nel settore dei veicoli commerciali leggeri (LCV).
Pioniere oltre 15 anni fa nello sviluppo dei motori a metano, oggi Fiat è leader europeo con oltre 560.000 unità vendute dal 1997 a oggi, tra vetture e veicoli commerciali.
Fiat Professional offre la più ampia gamma di veicoli commerciali di primo impianto a metano (OEM) composta da Punto Van 1.4 Fire 70 CV, Doblò Cargo 1.4 Fire T-jet 120 CV, Fiorino 1.4 Fire 70 CV e Ducato 3.0 F1C 16v 140 CV. Tutti i propongono propulsori a doppia alimentazione (metano e benzina): di norma, funzionano a metano e il passaggio alla benzina è richiesto solo quando il gas nelle bombole è prossimo all'esaurimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home