LOGISTICA

Uirnet bandisce gara per la piattaforma logistica nazionale

27 dicembre 2013

Uirnet ha bandito la gara europea per scegliere il soggetto promotore della Piattaforma Logistica Nazionale (PLN). E' la prima tappa per realizzare il nuovo "Sistema telematico di riferimento per la gestione della rete logistica nazionale", che funzionerà attraverso la PLN, prevista dal Decreto ministeriale n. 18T del 20 giugno 2005 e giunta ad oggi al termine della sua fase di testing e sviluppo.

Il bando è stato pubblicato il 20 dicembre sulla Gazzetta Ufficiale italiana.

Uirnet è il "soggetto attuatore unico" del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione del Sistema telematico di riferimento per la gestione della rete logistica nazionale.

Quella appena bandita è una gara di project financing nei servizi e serve a individuare il soggetto imprenditoriale che, in coordinamento con Uirnet e sulla base delle linee guida tecnico-giuridiche da essa fornite, redigerà il progetto dell'estensione e del completamento della PLN. A progetto eseguito e validato, verrà svolta una seconda fase di gara a inviti per la concessione ventennale della gestione della PNL, ristretta però ai soli soggetti che avranno già concorso alla prima fase di gara, in svolgimento, e nella quale il promotore avrà diritto di prelazione. Il promotore dovrà anche investire le risorse necessarie a completare la PLN rispetto al livello finora raggiunto sulla base dell'investimento di circa 30 milioni di euro già effettuato da Uirnet. Il soggetto gestore dovrà quindi entro i primi 3 anni estendere la piattaforma ad almeno dieci nodi - tra porti, interporti, snodi ferroviari etc - e nei primi due anni collegare materialmente altri 50 mila vcamion, partendo dagli 11 mila gia' oggi collegati per la sperimentazione gratuita.

Uirnet stima che l'attività vada a break-even in sei anni e garantisca poi una redditività complessiva del 20 per cento all'anno. La conclusione della procedura di gara con la scelta del soggetto promotore e' fissata entro il 30 aprile 2014.


© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home