FINANZA E MERCATO

Battuta d'arresto per la riqualificazione delle attività sul porto di Trieste

30 gennaio 2014


L'Autorità Portuale di Trieste (Apt) ha sospeso quest'oggi la firma dell'Accordo di Programma per la Disciplina degli interventi relativi alla riqualificazione delle attività industriali e portuali e del recupero ambientale nell'area di crisi industriale complessa di Trieste. Il motivo, lo comunica l'Autorità portuale stessa con una nota, è scaturito dal testo emendato dell'Accordo che avrebbe portato a una diminuzione di entrate al bilancio dell'Ente non quantificabile (l'attuale canone annuale è pari a 1,6 milioni euro) e un accollo straordinario di oneri ambientali (circa 10 milioni di euro) non di competenza Apt. Di conseguenza è stato convocato un Comitato Portuale urgente sulla questione per lunedì 3 febbraio prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Uomini e Trasporti

 

Salva articolo in Pdf

 

 

Torna alla Home